Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Ottobre |
San Wolfgang di Rägensburg
home iconChiesa
line break icon

Il Papa all'Angelus: portiamo la nostra storia ai piedi del Signore

PAPIEŻ FRANCISZEK

ALBERTO PIZZOLI/AFP/East News

Papież Franciszek podczas modlitwy Anioł Pański, 9 sierpnia 2020.

Vatican News - pubblicato il 16/08/20

All'indomani della Solennità dell'Assunzione di Maria, Francesco torna ad affacciarsi su Piazza San Pietro per l'Angelus. L'invito è ad imparare la preghiera della donna cananea, presentata nel Vangelo di questa domenica: una pagana che dimostra di aver intuito la bontà del Signore

Credere nella misericordia di Dio, “toccare la tenerezza di Dio, la tenerezza di Gesù” proprio come fece la cananea descritta nel Vangelo odierno. Con l’esempio di questa saggezza piena di fiducia, Papa Francesco apre la catechesi all’Angelus di oggi ponendo una domanda cruciale:

Ognuno di noi ha la propria storia e non sempre è una storia “for export”, non sempre è una storia pulita. Tante volte è una storia difficile, con tanti dolori, tanti guai e tanti peccati. Cosa faccio, io, con la mia storia? La nascondo? No! Dobbiamo portarla davanti al Signore. “Signore, se Tu vuoi, puoi guarirmi!”.

Oltre la paura

Dalla scena evangelica della cananea che implora aiuto da Gesù per la guarigione della figlia malata, scaturisce una seconda riflessione che aiuta a comprendere il coraggio di  “questa madre” in grado di “intuire che la bontà del Dio Altissimo, presente in Gesù, è aperta ad ogni necessità delle sue creature”. Dice infatti Francesco:

Questo è quello che ci insegna questa donna, questa brava madre: il coraggio di portare la propria storia di dolore davanti a Dio, davanti a Gesù; toccare la tenerezza di Dio, la tenerezza di Gesù (…)

Andiamo da Gesù, bussiamo al cuore di Gesù e diciamoGli: “Signore, se Tu voi, puoi guarirmi!”. E noi potremo fare questo se abbiamo sempre con noi il volto di Gesù, se noi capiamo come è il cuore di Cristo, come è il cuore di Gesù: un cuore che ha compassione, che porta su di sé i nostri dolori, che porta su di sé i nostri peccati, i nostri sbagli, i nostri fallimenti.

Avere familiarità con Gesù

E’ proprio in virtù dell’amore di Cristo per le nostre imperfezioni, per quello che esattamente siamo, “senza trucchi”, che Francesco ripropone il consiglio di alimentare la familiarità con Lui attraverso una lettura costante del Vangelo:

E torno sempre al consiglio che vi do: portate sempre un piccolo Vangelo tascabile e leggete ogni giorno un passo. E lì troverete Gesù come Lui è, come si presenta; troverete Gesù che ci ama, che ci ama tanto, che ci vuole tanto bene (…) Portate il Vangelo: nella borsa, nella tasca e anche sul telefonino, per vedere.

Signore, se Tu vuoi, puoi guarirmi!

L’invito, accorato come quello di un padre, è dunque di vedere l’amore del Signore per le sue creature e di imparare la “bella preghiera” insegnata da una donna pagana. Ma per mostrarsi a Gesù e chiedere il Suo aiuto è necessario il coraggio, virtù a cui aspirare con l’intercessione di Maria:

Portate il Vangelo: nella borsa, nella tasca e anche sul telefonino, per vedere. Il Signore ci aiuti, tutti noi, a pregare queste bella preghiera che ci insegna una donna pagana. La Vergine Maria interceda con la sua preghiera, perché cresca in ogni battezzato la gioia della fede e il desiderio di comunicarla con la testimonianza di una vita coerente, che ci dia il coraggio di avvicinarci a Gesù e dirGli: “Signore, se Tu vuoi, puoi guarirmi!”

Qui l’originale

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
angeluspapa francesco
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Annalisa Teggi
"Dite ai miei figli che li amo": ecco chi è l...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Silvia Lucchetti
Rischiava l'amputazione delle gambe. Oggi ha ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni