Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
For Her

Quando hai Dio il mondo è tuo, perché Dio è tuo Padre!

Costanza Miriano - Il blog di Costanza Miriano - pubblicato il 14/08/20

Un'omelia estiva mi ha fatto scoprire una quantità di cose di cui essere grata e sono entrata nelle chiese di mezza Italia, da padrona di casa, perché io sono battezzata, quindi sono la figlia del Capo.

È un’estate un po’ diversa dal solito, fatta più di amici che di luoghi – quindi l’ideale per me, che non amo viaggiare: per me non cambia molto essere a New York o a Termini Imerese, quello che conta sono le persone con cui sei. È stata comunque un impacco di famiglia, che ci vuole comunque, anche dopo un lockdown in cui si è stati sempre insieme, perché è un tempo diverso, un tempo senza troppe regole e con qualche vuoto (sempre troppo pochi nella percezione della parte maschile della famiglia, troppi per l’ala femminile, settore iperattive). Detto questo, non è facile rispettare i tempi di preghiera, bisogna essere un po’ creativi, e creare eremi improvvisati stendendo panni o tagliando pomodori. E il Signore è più creativo di noi, cerca lui i modi di venirci a trovare. Nella parola di un amico (ne ho incontrati un decimo di quelli che avrei voluto, ma comunque è un inizio) oppure in un’omelia. Ne ho ascoltate tante, tutti i giorni, ma una, nel giorno del Perdono di Assisi, ha colto davvero il cuore del cuore di tutto.




Leggi anche:
Estate: 6 consigli per divertirsi in vacanza senza dimenticare Dio

C’è una sola cosa che veramente vuole il nostro cuore: VIVERE. Noi non vogliamo morire. E c’è uno solo che può farci vivere: il Signore. Chiediamo perdono per tutte le volte che noi, che siamo stupidi, stupidi, stupidi, cerchiamo la vita dove non possiamo trovarla. Non siamo stati in grado di vedere i segni della salvezza di Cristo.
Siamo come un ragazzino che vuole, vuole tantissimo una macchina. Insiste così tanto, ma così tanto che alla fine i suoi genitori gliela comprano, per regalargliela per Natale. Mettono sotto l’albero un pacchettino con delle chiavi. Lui lo apre, lo guarda e chiede: ma che è? Ed è pure un po’ deluso! Come “che è?” Sono le chiavi della macchina che volevi tanto! Le chiavi sono un segno della macchina. Così noi non riconosciamo nella nostra vita i segni della bellezza che desideriamo, della salvezza, della vita, del compimento di tutti i nostri desideri!
Il miracolo dei pani e dei pesci poi si conclude con la camminata di Gesù sulle acque, poi tutta la folla lo raggiunge a Cafarnao e vuole farlo re. Ma Gesù sa che loro vogliono che sia re per il pane, non perché lui compie i loro VERI bisogni.
Siamo un po’ come in quella scena di Indiana Jones e il tempio maledetto. La donna aspetta tantissimo Indy in camera da letto, lui arriva, ma in realtà arriva non per cercare lei, ma i suoi nemici, e si mette a toccare le donne nude di legno che stanno sulle colonnine del letto, cercando di capire se nascondano un meccanismo per aprire un passaggio segreto. Ma lei gli dice: ma come, sono qui!! Guardami, non mi vedi? Sono io qui, in carne ed ossa, disponibile per te, e tu tocchi le donnine di legno?
Ecco, con Gesù facciamo così anche noi. Noi cerchiamo qualcosa mentre lui ci sta davanti, disponibile per noi, pronto a farsi mangiare.
Nonostante tutta la bontà che avete ricevuto siete ancora invidiosi? Siete ancora gelosi? Io ho dato la mia vita per voi, e voi continuate a misurare quello che ricevono gi altri, quando voi avete tutto?

Ecco, nei giorni successivi a questa omelia mi sono dedicata ad allenare l’organo della gratitudine, qualunque esso sia (la cistifellea?), e ho scoperto una quantità di cose di cui essere grata e sono entrata nelle chiese di mezza Italia, da padrona di casa, perché io sono battezzata, quindi sono la figlia del Capo. Quando hai Dio il mondo è tuo, perché Dio è tuo Padre.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO SUL BLOG DI COSTANZA MIRIANO

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
amore di diogratitudinevacanze
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni