Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 08 Marzo |
San Giovanni di Dio
home iconChiesa
line break icon

“Dacci oggi il nostro pane quotidiano”. Di che pane si tratta?

BREAD

Shutterstock | Africa Studio

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 12/08/20

Nel Padre Nostro ripetiamo questo messaggio indirizzato a Dio, spesso, senza conoscerne il significato!

Durante il Padre Nostro ripetiamo: “Dacci oggi il nostro pane quotidiano”. Il biblista Jean Carmignac (1914-1986), nel libro postumo “Ascoltiamo il Padre Nostro” (edizioni Ares), evidenzia che non stiamo parlando del pane lievitato e cotto dai nostri panettieri.

Nel linguaggio ebraico la parola che noi traduciamo con «pane» può applicarsi a ogni specie di cibo.

Le metafore di Gesù

In particolare Gesù prende normalmente in senso metaforico la parola «pane» e i termini simili. In Marco 7, 27-28 e in Matteo 15, 26-27, il pane rappresenta tutta l’attività salvatrice di Gesù. In Luca 14, 15 un ascoltatore di Gesù vede spontaneamente nel pane il simbolo del regno di Dio. In Giovanni 6, 32-58, il pane è Gesù stesso, la cui carne è un cibo che dà la vita eterna.

Ostia Eucaristia Sacerdote
Pixabay

Cibo spirituale e vera vita

Alla lettura di questi testi e di parecchi altri non si potrebbe esitare sul senso che Gesù dava alla parola «pane»: per lui non si tratta in primo luogo dell’alimento materiale che fa vivere il nostro corpo, ma del cibo spirituale che dà alla nostra anima la vera vita, la partecipazione alla vita di Dio.

Questo cibo spirituale è costituito ora dalla Parola di Dio (Matteo 4, 41 e Luca 4, 41), ora dall’Eucaristia (Giovanni 6, 48-58).

Più meraviglioso della “manna”

Il discorso di Gesù sul «pane di vita» (Giovanni 6,26-59) ci orienta vero la soluzione definitiva: Gesù insegna chiaramente che egli darà al mondo un pane spirituale più meraviglioso della manna (Giovanni 6, 31-34; 6, 49-52; 6, 58).

E quindi la frase del Padre Nostro è un’allusione al racconto dell’Esodo in cui Dio sfama il suo popolo con un cibo miracoloso: «ecco che farò piovere dal cielo per voi del pane… È il pane che il Signore vi ha dato in nutrimento… Che nessuno ne faccia avanzare sino a domani» (Esodo 16, 4. 15. 19).

L’eucaristia

Questa manna era certamente un alimento materiale per il corpo, ma al tempo stesso simboleggiava la parola di Dio: «ti ha fatto mangiare la manna… per farti sapere che l’uomo non vive di solo pane, ma di tutto quello che esce dalla bocca di dio» (Deuteronomio 8, 3, ripreso da Matteo 4, 4 e Luca 4, 4), e anch’essa era la prefigurazione di un’altra manna ben superiore, l’eucaristia: «i vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti… io sono il pane vivo sceso dal cielo. se qualcuno mangia di questo pane vivrà in eterno. E il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo» (Giovanni 6, 49-52).

Allo stesso modo il pane che noi chiediamo nel Padre Nostro è al tempo stesso il pane materiale che nutre il nostro corpo, ma soprattutto il pane spirituale che nutre l’anima con la parola di Dio e con l’eucaristia.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO “ASCOLTIAMO IL PADRE NOSTRO”.




Leggi anche:
In che cosa consiste il “regno di Dio” che nominiamo nel Padre Nostro?


FAITH

Leggi anche:
Perché nel Padre Nostro si menziona il «Nome» di Dio?




Leggi anche:
Dal 29 novembre si reciterà il Padre Nostro secondo la nuova traduzione


VIRGIN

Leggi anche:
Conoscete il significato dell’Ave Maria?

Tags:
padre nostropreghiera
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Lucandrea Massaro
Blasfemia a Sanremo: “Perché mi percuoti?”
3
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
4
MAN, DARKNESS, FACE
Annalisa Teggi
Quando al diavolo scappò detto cosa può davvero fare la preghiera
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
7
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni