Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconChiesa
line break icon

Papa Francesco battezza le gemelline siamesi centrafricane dopo la loro separazione

@Hospital Niño Jesús

Jesús Colina - pubblicato il 11/08/20

L'intervento chirurgico ha avuto luogo presso l'Ospedale Bambino Gesú del Vaticano

Papa Francesco ha battezzato le due gemelline centrafricano nate unite per la testa dopo che sono state separate con successo grazie a un complesso intervento chirurgico svoltosi presso l’ospedale pediatrico del Vaticano.

Il Pontefice ha voluto sostenere in questo modo gli sforzi della mamma, Ermine, che ha lasciato la Repubblica Centrafricana per dare una speranza alle figlie a Roma, e l’équipe medica dell’Ospedale Bambino Gesú, che ha realizzato un intervento lodato dalla comunità scientifica mondiale.

La notizia del Battesimo è stata confermata via Twitter da Antoinette Montaigne, politica centrafricana, ex Ministro delle Comunicazioni del suo Paese, impegnata oggi nell’Accademia per la Pace, che ha pubblicato una foto del sacramento, amministrato nella cappella della residenza Santa Marta, in cui il Papa appare con i paramenti liturgici.

Nella foto si possono vedere, tra gli altri, Ermine e il dottor Carlo Marras, responsabile del reparto di Neurochirurgia dell’Ospedale Bambino Gesù e dell’équipe medica incaricata dell’intervento sulle gemelline, Ervina e Prefina.


ERVINA E PREFINA,

Leggi anche:
L’eccezionale intervento di 2 gemelle siamesi unite per la testa separate al Bambin Gesù (VIDEO)

Mariella Enoc, presidente dell’Ospedale Bambino Gesù, ha conosciuto le piccole nel luglio 2018, quando erano appena nate (il 29 giugno), durante una missione che ha realizzato a Bangui, capitale della Repubblica Centrafricana, per seguire le opere di ampliamento di un centro pediatrico creato per volontà di Papa Francesco.

@Hospital Niño Jesús

La Enoc non poteva abbandonare le gemelline alla loro sorte, perché scientificamente sarebbero morte prima di aver compiuto dieci anni.

“Quando una vita può essere salvata lo si deve fare. Non possiamo e non dobbiamo voltare lo sguardo dall’altra parte”, ha dichiarato nella conferenza stampa in cui è stato annunciato il buon esito dell’intervento di separazione, il 7 luglio.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
battesimogemelliospedale bambino gesuospedale pediatrico bambino gesupapa francesco
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni