Aleteia
lunedì 19 Ottobre |
San Paolo della Croce
Spiritualità

In che cosa consiste il "regno di Dio" che nominiamo nel Padre Nostro?

lichtmeister | Depositphotos

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 07/08/20

"Venga il tuo regno". E' un'espressione che ripetiamo nella preghiera del Padre Nostro e riguarda l'azione di Dio, non un "reame" principesco

Venga il tuo regno“. Quante volte abbiamo ripetuto questa espressione, recitando il Padre Nostro! Stiamo parlando del “regno di Dio“. Ma esattamente che cos’è? Di cosa si tratta?

Ci spiega tutto questo, il biblista francese Jean Carmignac (1914-1986), nel libro postumo “Ascoltiamo il Padre Nostro” (edizioni Ares).

In realtà, nel Nuovo Testamento le parole regalità, regno e reame compaiono più di centotrenta volte (una cinquantina in Matteo). La grande innovazione è la costituzione di un regno (reame) che non ha nulla di politico (Giovanni 6, 15; 18, 33-37), ma che raggruppa tutte le anime che accettano il regno di Dio su di sé.

“Regalità”, “reame” e “regno”

La nozione di «regalità» è la meno frequente, tuttavia la si trova in Matteo 16, 28, in Luca 22, 29 e nell’Apocalisse 1, 9. Le nozioni di «regno» e di «reame» sono molto facili da distinguere, come quando si dice che il «regno» del Cristo non avrà fine (Luca 1, 33), o quando si parla di entrare nel suo «reame» (Matteo 5, 20), e sovente altrove nei sinottici.

S_Photo | Shutterstock

L’azione degli uomini e l’azione di Dio

In generale, evidenzia il biblista francese, si possono collegare alla nozione di «reame» i testi che hanno riguardo piuttosto al punto di vista degli uomini, divenuti eredi o possessori del reame, capaci di entrarvi e di occuparvi un posto più o meno glorioso.

Al contrario vanno collegati alla nozione di «regno» i testi che hanno riguardo piuttosto all’azione di Dio, quando esercita la sua influenza santificante sui cuori sottomessi o il suo giusto castigo sui ribelli (parabola dei due debitori in Matteo 18, 23-35; degli operai dell’undicesima ora in Matteo 20, 1-16, delle nozze e della veste nuziale in Matteo 22, 1-14).

Il regno e il reame non sono in fondo che una sola e medesima realtà, ma considerata sotto due aspetti differenti: è perché Dio regna nei cuori degli uomini che questi formano un reame ed è per il medesimo atto che l’uomo accetta il regno di Dio su di sé oppure entra nel suo reame.

“Bisogna tradurre regno”

Nel Padre Nostro si tratta del regno di Dio o del suo reame? il padre Lagrange risponde nettamente: «Bisogna tradurre regno e non reame, perché un reame non viene» (Vangelo secondo san Luca, p. 322).

In effetti, in teoria, si può dire che il regno di Dio viene su qualcuno, che il suo potere arriva sino a qualcuno; ma non si potrebbe dire che un reame viene verso l’uomo poiché allora, al contrario, è piuttosto quest’uomo che si dirige verso il reame ed entra in esso.

Punti di vista diversi

In pratica, le due concezioni portano alla medesima realtà, ma ne mettono in luce due aspetti complementari, evidenzia Carmignac: il punto di vista di Dio nel caso del regno, il punto di vista degli uomini nel caso del reame.

Inoltre, le richieste vicine «sia glorificato il tuo nome» e «siafatta la tua Volontà», si collocano nella medesima prospettiva e, anch’esse, si rivolgono a Dio in persona, considerato nel suo nome e nella sua Volontà. Considerandolo qui nella sua regalità o nel suo regno, si rispetta l’armonia profonda di queste tre richieste parallele (“Sia glorificato il tuo nome”, “Venga il tuo regno”, “Sia fatta la tua volontà”).

Perciò non si possono che approvare i traduttori, cattolici e protestanti, che hanno pressoché tutti optato per «regno» e non per «reame».

La grazia che agisce nel cuore degli uomini

Certi commentatori, che preferiscono in generale parlare del «regno» piuttosto che del «reame», vedono essenzialmente in questo regno di Dio l’azione misteriosa della grazia che agisce nel cuore degli uomini per guidarli e governarli secondo la volontà di Dio, incamminandoli verso la partecipazione alla sua gloria del cielo.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO


FAITH

Leggi anche:
Perché nel Padre Nostro si menziona il «Nome» di Dio?


MODLITWA

Leggi anche:
«Sia fatta la tua volontà»: il Padre nostro ci impegna a partecipare all’opera di Dio


VIRGIN

Leggi anche:
Conoscete il significato dell’Ave Maria?


prayING

Leggi anche:
Preghiera di ringraziamento dopo una meditazione fruttuosa

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
padre nostro
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di D...
RACHELE SAGRAMOSO,
Silvia Lucchetti
Rachele, da adolescente tormentata a mamma di...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni