Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Preghiere di liberazione a Maria per allontanare gli spiriti maligni

URUGUAY
Condividi

L’ha composta San Pio X, che all’interno di questa invocazione, oltre alla Madonna, ha inserito anche la intercessione degli angeli

San Pio X, che si festeggia il 21 agosto, al secolo Giuseppe Sarto, è passato alla storia anche per la promulgazione di un catechismo assai famoso detto appunto di San Pio X, del 1912, “Il catechismo della dottrina cristiana”.

Tale catechismo era da valorizzare secondo le intenzioni del pontefice, a fianco del Catechismo Romano che conteneva le “spiegazioni più ampie” da offrire agli adulti.

La gratitudine verso il proprio angelo

Il catechismo di San Pio X, come ci spiega lo studioso di angeli don Marcello Stanzione, invita i cristiani ad invocare gli Angeli per la loro potente intercessione presso Dio (parte III, sez. II, n. 429).

Nel catechismo la funzione angelica è però ridotta al livello individuale e il credente deve essere particolarmente grato verso l’Angelo custode, ascoltarne le ispirazioni e non offenderne mai la presenza con il peccato

La preghiera

In questa direzione – quella della funzione “individuale” dell’angelo – il Papa compose la “Preghiera di liberazione a Maria“, dove si invoca, per se stessi, anche l’aiuto degli spiriti celesti. Eccola:

“O augusta Regina del cielo e sovrana Regina degli Angeli,

al cui Nome potente si rallegrano i cieli e tremano per terrore gli abissi,

a te che hai ricevuto da Dio il potere di schiacciare la testa di satana, chiediamo umilmente:

manda a noi legioni celesti che al tuo comando inseguano i demoni,

li combattano dappertutto, reprimano la loro audacia e li ricaccino nell’abisso.

O Madre buona e tenerissima, tu sarai sempre il nostro aiuto e la nostra speranza.

O Madre divina, invia a noi i santi Angeli ed Arcangeli; difendici, custodiscici, salvaci. Amen”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni