Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Ottobre |
San Wolfgang di Rägensburg
home iconSpiritualità
line break icon

L’immaginifico linguaggio dei Padri del monachesimo: la nave della vita (1/6)

Joaquin Corbalan P I Shutterstock

Mathilde De Robien - pubblicato il 05/08/20

Benché ritirati dal mondo, i progenitori della vita monastica cristiana hanno trasmesso i loro insegnamenti attraverso numerosi discepoli che andavano a rendere loro visita: ne sono risultate delle memorabili raccolte di aneddoti e di apoftegmi. La loro strategia comunicativa? Impiegare un linguaggio assai evocativo sul piano dell’immaginazione: cosa che rende il loro messaggio accessibile e tuttora attualissimo.

Attraverso i flutti tumultuosi delle tentazioni abbiamo bisogno di utilizzare, sotto il soffio dello Spirito del Signore, il discernimento come un timone per seguire la rotta della virtù con grande precauzione: sappiamo infatti che ci sfracelleremo contro gli scogli se devieremo anche di poco a destra o a sinistra dalla rotta.

Così scrive nelle sue Istituzioni cenobitiche Giovanni Cassiano, fondatore nel V secolo dell’abbazia di Saint-Victor a Marsiglia. E in effetti, perché non considerare la propria vita come una imbarcazione da condurre in porto sicuro col soffio dello Spirito in poppa, col discernimento come barra per schivare le insidie delle rocce a pelo d’acqua? Un linguaggio particolarmente «evocativo per i suoi contemporanei marsigliesi, nonché per i monaci di Lerino ai quali egli si rivolge» – così Marie-Anne Vannier, specialista dei Padri della Chiesa, nell’opera Prier 15 jours avec les Pères du désert.

Una metafora che in fondo si adatta bene sia ai monaci del V secolo sia agli uomini e alle donne del XXI, e che invita a tenere saldo il timone della propria vita. È in qualche modo un invito alla libertà.

La libertà ha tutto il suo posto – sottolinea Marie-Anne Vannier –, ma non in maniera anarchica o autarchica, bensì al contrario in connessione sia con il dominio di sé sia con una sempre rinnovata attenzione al ruolo dello Spirito santo.

Tenere salda la barra della propria imbarcazione sarebbe allora la promessa di una vita virtuosa nonché la rotta verso il Regno di Dio.


WOMAN MEDITATION

Leggi anche:
L’immaginifico linguaggio dei Padri del monachesimo: la custodia del cuore (2/6)




Leggi anche:
L’immaginifico linguaggio dei Padri del monachesimo: i mercanti d’oro (3/6)

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
monachesimopadri del desertopadri della chiesaspiritualità
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Annalisa Teggi
"Dite ai miei figli che li amo": ecco chi è l...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Silvia Lucchetti
Rischiava l'amputazione delle gambe. Oggi ha ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni