Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

“Essere diverso è quello che ti rende speciale”

Condividi

Il corto toccante che mi ha ricordato che per Dio tutti valiamo

di Nory Camargo

Essere affetti dalla sindrome di Down in una società che giudica e punta il dito contro tutto è molto difficile, e purtroppo i bambini possono diventare molto crudeli quando si trovano davanti a qualcuno che è “diverso”.

Ma perché la prima reazione è il rifiuto? Perché cerchiamo di allontanarci anziché di avvicinarci? Perché anche ai bambini manca la compassione?

Questo video è perfetto per ricordare che tutti valiamo, indipendentemente dal fatto di avere la sindrome di Down, di non avere una gamba o un braccio, dal fatto di avere il colore della pelle diverso o qualche disabilità. Tutti valiamo perché siamo figli di Dio.

Tutti abbiamo una luce propria

Accettare le nostre differenze, la nostra malattia o anche il nostro aspetto fisico non è facile come sembra. Si parla molto dell’importanza di sentirsi sicuri di se stessi, di amarsi per come si è e di avere una buona autostima, ma molto poco del fatto che tutta questa rivoluzione di carità e amore inizia in casa.

Perché è tanto difficile guardare chi è diverso con amore e compassione? Perché è tanto complicato mettersi nei panni dell’altro? Perché è una sfida comprendere che ciascuno ha una luce propria? Quanto è importante non solo sforzarsi di avere più carità nei confronti di chi ci circonda, ma anche allevare figli compassionevoli! Bambini capaci di mettere a tacere lo scherno e di offrire invece una mano, un abbraccio o un sorriso!

Non abbiate paura di essere diversi! Non dobbiamo aver paura di mostrare agli altri chi siamo o di essere i primi a rifiutare la crudeltà. Per Dio siamo tutti uguali, tutti valiamo, tutti brilliamo. Chiediamoci quando è stata l’ultima volta che abbiamo aiutato qualcuno, che abbiamo avuto il coraggio di difendere un’altra persona o di denunciare un’ingiustizia.

Qui l’articolo originale pubblicato su Catholic Link.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni