Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 25 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconStile di vita
line break icon

Il 2020 è un anno perduto?

QUARANTINE

Shutterstock | Marian Fil

Dolors Massot - pubblicato il 03/08/20

Come fare per non perdere l’anno?

Il primo suggerimento è dare alla propria vita un senso trascendente. Chiedetevi perché e per chi fate le cose. Vivere per la famiglia e per fare del bene agli altri è un grande passo. La pandemia ci ha fatto pensare profondamente al senso che diamo alla nostra vita. È il momento di valutare il posto che diamo a Dio nel nostro cammino.

Chi crede in Dio vedrà il 2020 come un dono, nonostante tutte le difficoltà. La fede cambia tutto, soprattutto l’approccio nei confronti del nostro lavoro, del nostro amore, della nostra salute.
I pensatori classici parlavano della brevità del tempo come un lamento. È una lamentazione, frutto della condizione umana, che vede che il tempo sfuma. Da ciò deriva il concetto del “Tempus fugit”, del tempo fugace, che sfugge, che non può essere trattenuto.

San Paolo si rivolgeva ai Corinzi dicendo “Tempus breve est!”, riferendosi alla brevità del nostro passaggio sulla Terra rispetto all’eternità davanti a Dio.

Sulla stessa linea, San Josemaría Escrivá ci invita a riflettere:

“Il tempo è un tesoro che se ne va, che sfugge, che ci scorre tra le mani come acqua sulle rocce. Ieri è passato, l’oggi sta passando. Il domani sarà poi un altro ieri. La durata della vita è molto breve, ma quanto si può realizzare per amore di Dio in questo piccolo spazio!”

Se diamo quindi il valore dell’eternità a ogni minuto della nostra vita, un anno non sarà mai perduto.

Forse il 2020 costerà più degli altri anni, ma è stato anche un tempo propizio per fare grandi cose. È per questo che la nostra prospettiva sull’anno del coronavirus potrà cambiare quando ricorderemo qualcosa di essenziale: la vita è un tempo per amare.

  • 1
  • 2
Tags:
annocoronaviruspandemia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni