Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Marciano di Siracusa
home iconStorie
line break icon

Lavora come architetto in un monastero trappista. Ne resta abbagliata e si fa suora

Valserena68 Youtube

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 31/07/20

Suor Maria Chiara Pieri, 33 anni, originaria di Forlì, affascinata dalla vita della beata Gabriella da Vitorchiano, ha lasciato la sua professione per abbracciare Dio. Ecco la sua testimonianza

Da architetta a monaca trappista. Sembra il titolo di un romanzo. Invece, è la storia vera di suor Maria Chiara Pieri, 33 anni, originaria di Forlì, che prima del lockdown ha fatto la professione solenne nelle trappiste del monastero cistercense di Valserena, comune e parrocchia di Guardistallo, in provincia di Pisa e diocesi di Volterra, a 30 chilometri da Livorno.

Il lavoro…al monastero

Appena laureata, aveva trovato lavoro in uno studio associato di Varese, che le assegnò un incarico proprio presso il monastero di Valserena, come racconta l’interessata:

«Il mio capo mi aveva chiesto di venire ad incontrare una delle sorelle della Siria, perché volevano iniziare la costruzione di un monastero laggiù. Quella volta, tra i libri della foresteria, mi sono imbattuta nella vita della beata Maria Gabriella di Vitorchiano, che ho letto tutta d’un fiato. Ho pensato tra me: ‘Che strano modo di dare la vita, così semplice eppure così totale’. Sono ritornata dopo qualche mese invitata da un’amica, che conosceva alcune sorelle della comunità».

«L’intuizione che ho avuto nell’incontro con il monastero – continua la trappista – vedendo la comunità pregare in chiesa, è stata quella di una vita vissuta sotto lo sguardo di Qualcuno che ti ama, di una vita che è tutta desiderio di piacerGli. Non ho subito pensato: ‘Voglio farmi monaca’, piuttosto da quel momento è iniziato un cammino che, nel tempo, mi ha portato a chiedere di poter verificare meglio, vivendo un tempo di esperienza dentro la clausura. Di quel periodo la cosa che più mi ha colpito è stata l’intensità del mio rapporto con Cristo, il fatto di poter rimanere sempre in Sua compagnia, di poter ritornare sempre a Lui».

Nel 2014 entra in monastero e si prepara fino alla recente professione solenne (Avvenire, 31 luglio).

Don Giussani e gli scout

Racconta suor Maria Chiara, sempre al quotidiano dei vescovi:

«Ho ricevuto la fede dalla mia famiglia, nella parrocchia forlivese della Pianta e negli scout di S. Maria del Fiore. Decisivi sono stati lo studio, le amicizie in cui la fede c’entrava con tutto, l’incontro con Cl, le parole di don Giussani e le testimonianze di tanti che mi hanno fatto intuire la bellezza di un vita donata totalmente a Dio».

“Ho dato fiducia a Dio”

Per la trappista «la vera decisione non è stata quella di diventare suora, ma di dare fiducia a Dio, che offriva al mio cuore una modalità più profonda di amare. La mia decisione è stata cioè essere disponibile al fatto che Dio mi stava indicando la verginità come possibilità di abbracciare tutto e tutti».

Suor Maria Chiara aveva raccontato, in una recente intervista ad Aleteia. la sua esperienza di fede e quella ricerca della felicità che l’ha portata a scegliere la clausura.


CHIARA PIERI

Leggi anche:
Chiara: «Volevo un amore vero e per sempre, volevo essere felice, volevo essere me stessa»




Leggi anche:
Marmellate e 7 preghiere al giorno: la clausura delle suore Trappiste (VIDEO)


TRAPPIST MONK

Leggi anche:
Per chi è curioso di sapere com’è la vita monastica, un monastero trappista offre il programma “Monaco per un Mese”




Leggi anche:
Bella, brava e con un futuro da attrice. Ma a 18 anni incontra Dio e diventa suora


LORENZO VOLTOLINI

Leggi anche:
La toccante lettera del vescovo che lascia tutto per diventare monaco trappista

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
suoratrappisti
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni