Aleteia
martedì 27 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Storie

Migliori amici con gravi danni cerebrali sfidano tutti i pronostici e si diplomano insieme

Odin Frost and Jordan Granberry

Tim Frost

Cerith Gardiner - pubblicato il 30/07/20

Era stata data loro una bassa probabilità di sopravvivenza, ma Odin e Jordan hanno dimostrato il miracolo della vita

La vita è sicuramente piena di sorprese, e ancor di più quando le persone riescono a sfidare tutti i pronostici scientifici per raggiungere più di quello che si sarebbe pensato fosse possibile per loro. Fortunatamente, è il caso dei 18enni Odin Frost e Jordan Granberry.

A entrambi questi ragazzi del Texas (Stati Uniti) erano state date basse possibilità di sopravvivenza alla nascita a causa dei danni cerebrali che avevano subìto, ma loro hanno superato le più rosee aspettative, e questo mese si sono diplomati.

La loro storia è particolarmente dolce, visto che il forte legame che li unisce è nato dopo che si sono incontrati in una scuola per bambini con necessità speciali quando avevano appena tre anni. Sedendo vicini al Wayne D. Boshears Center for Exceptional Programs, i due ragazzi sono diventati inseparabili, anche se non potevano parlare, ha spiegato il papà di Odin, Tim, alla CBS News.

Tim ha anche riferito di come alla moglie sia stato indotto il parto a causa della pre-eclampsia. “È stato un travaglio davvero difficile. Quando [Odin] è nato respirava a malapena”. Dopo aver trascorso due settimane in terapia intensiva a Dallas, dove per caso era stato anche Jordan due settimane prima, la famiglia ha dovuto sopportare tre anni di visite mediche in cui i sanitari hanno dato al figlio appena il 2% di possibilità di sopravvivere.


GRADUATION,

Leggi anche:
Mary e la forza della vita: cieca e disabile dalla nascita si laurea con 110 e lode!

Jordan aveva vissuto una vicenda simile alla nascita, ed essendo privato dell’ossigeno ha subìto un danno cerebrale. Sua madre Donna ha riferito che i medici pensavano che non sarebbe vissuto più di sette anni.

Entrambi i ragazzi, però, sono andati avanti. A quattro anni Odin ha anche imparato a camminare con delle bretelle, cosa che i genitori non avrebbero mai pensato fosse possibile.

Odin Frost and Jordan Granberry
Tim Frost

A scuola, anche se entrambi erano non-verbali, sono diventati migliori amici, e la musica era il modo in cui entravano in contatto. “Quando mio figlio ha iniziato a camminare e Jordan no, hanno comunque mantenuto questo legame. Mio figlio cercava di stare in piedi e spingere la sedia a rotelle di Jordan, e stava ogni momento dietro a lui, come a volerlo difendere”.

Le due famiglie hanno stretto molto. La mamma di Jordan, parrucchiera, tagliava i capelli ai bambini con necessità speciali, e ha organizzato un taglio di capelli di famiglia una volta al mese che ha dato l’opportunità a tutti loro di trascorrere del tempo insieme.




Leggi anche:
Cristiano, papà di Ale, disabile dalla nascita: “Io sono un uomo fortunato”

Dopo 15 anni sfidando tutti i pronostici, i due migliori amici sono riusciti a diplomarsi. Come ha detto Tim, le famiglie avevano qualche timore all’idea di assistere alla cerimonia per via della pandemia, ma poi hanno pensato “Accade una volta nella vita, permettiamo loro di salire sul palco”.

E così hanno fatto. Accompagnato dal papà, Odin è andato a farsi vedere riconosciuto il suo duro lavoro. Anche se non è riuscito a esprimere verbalmente come si sentiva, Tim ha sentito quanto fosse emozionato mentre gli stringeva la mano. Jordan è salito sul palco subito dopo il suo amico.

“È una cosa che pensavamo non sarebbe mai accaduta. Non pensavamo che sarebbe vissuto… e ora sale sul palco per ricevere il diploma”, ha confessato Tim.

Dopo la cerimonia, i ragazzi si sono seduti insieme per una foto, molto simile a quella di quando si sono incontrati 15 anni fa. Il loro risultato mostra l’importanza dell’incoraggiamento e della devozione delle loro famiglie, e prova che finché c’è vita c’è sempre speranza.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
amiciziadisabilitàragazziscuola
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni