Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconStorie
line break icon

Fra' Ñero, che porta la misericordia divina ai senzatetto colombiani

COLOMBIA

Fundación Callejeros de la Misericordia

Lucía Chamat - pubblicato il 29/07/20

Fra' Gabriel Gutiérrez, protettore di migliaia di persone che vivono in strada, ha intensificato i suoi aiuti nel periodo della pandemia

La situazione dei senzatetto di Bogotà, la capitale della Colombia, è ben nota a fra’ Ñero, un francescano che si dedica a evangelizzare i più poveri per la strada, il “grande altare dov’è il Cristo vivo”.

Il religioso non sfugge da coloro che tutti allontanano per via del loro aspetto, e non teme quanti sono considerati delinquenti o vagano vittime delle droghe. Al contrario, li abbraccia, li consola, li assiste al momento della morte e porta loro cibo e parole di sostegno per sopportare il freddo, la solitudine e il rifiuto della società e delle proprie famiglie.

La sua preoccupazione più grande sono attualmente le 15.000 persone che passano la quarantena del coronavirus nelle fredde strade della capitale colombiana:

“Rivolgo un appello alle autorità, voglio sapere qual è il piano per assistere questi 15.000 esseri umani che vivono per strada durante la quarantena obbligatoria. I centri governativi non hanno la capacità per accoglierli tutti, molti sono malati e altri sono morti soli. È impossibile chiedere loro di usare le mascherine o di lavarsi le mani 4 o 5 volte al giorno”.

I lebbrosi del nostro tempo

Fra’ Gabriel Gutiérrez Ramírez, 63 anni, è nato in una famiglia di otto fratelli con grandi necessità economiche. 32 anni fa è stato ordinato sacerdote, e ha lavorato con la popolazione in zone colpite da narcotraffico, conflitto armato e povertà.

Oggi vive con la sua comunità al centro di Bogotà, ma da quando ha scoperto la sua vocazione i limiti del convento si sono estesi per lui, e si dedica a lavorare nei quartieri vicini con le persone che si rifugiano in parchi e canali, atri delle chiese e piazze, in condizioni di vulnerabilità, sfruttamento e povertà.

Fra’ Ñero arriva fin lì con i volontari della Fundación Callejeros de la Misericordia, dedicata a sostenere a livello pastorale venditori ambulanti, lavoratrici dell’industria del sesso, migranti, artisti di strada, afro-colombiani, comunità LGBTI e tutti gli esseri umani che si sono visti costretti o hanno deciso di andare a vivere nelle strade di quel settore di Bogotà.

Il 30 luglio di quest’anno si compiono 4 anni da quando il sacerdote ha scoperto questo fenomeno sociale e il dramma che racchiude la vita di strada.

“Nel 2016 sono sceso per la prima volta su una banchina e ho trovato una moltitudine di volti che riflettevano momenti crudeli della vita. Lì hanno iniziato a chiamarmi fra’ Ñero, che tra loro significa compañero, compagno, il che è un onore per me come sacerdote e come francescano”.

In generale, però, ñero è un termine dispregiativo per indicare una persona che vive per strada e fa danno, veste male o emana un cattivo odore.

Il religioso ha iniziato a portare loro cibo e medicinali ed è riuscito a guadagnarsi la loro fiducia. Ha quindi cominciato a studiare e a comprendere questo fenomeno, e a offrire una risposta partendo dal Vangelo e dal pensiero di San Francesco alla realtà che vivono “i lebbrosi del nostro tempo”.

La fondazione organizza per loro giornate sanitarie, celebra con loro il Natale, li aiuta a contattare i familiari, porta loro cibo, vestiti e la Parola di Dio, li sostiene nella riabilitazione, li assiste nelle necessità più varie e li aiuta a prepararsi all’inclusione sociale.

COLOMBIA
Fundación Callejeros de la Misericordia

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
colombiafrancescanisacerdotesenzatetto
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni