Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconStorie
line break icon

Ghjulia, 2 anni, è «nata con un superpotere»

© Adeline Carbuccia

Ghjulia il padre Yoann.

Domitille Farret d'Astiès - pubblicato il 29/07/20

Madre di una bambina affetta da Trisomia 21, Adeline Carbuccia racconta su Facebook di come hanno accolto la loro “bimba diversa”. Una realtà difficile da accettare, da principio, ma anche una grande ricchezza per la loro vita famigliare: la bambina ha un superpotere, quello di riempire d’amore la vita di tutti i giorni.

Oggi ha due anni e mezzo: la piccola Ghjulia è arrivata in famiglia come un terremoto. È quel che racconta sua madre Adeline sulla pagina Facebook di Tombée du Nid, un’associazione dedita al sostegno delle famiglie che accolgono bambini affetti da qualche handicap. Prendendo la parola in nome di sua figlia, la madre racconta la loro avventura famigliare, dagli esami prenatali senza alcun allarme alla nascita, quando «i medici pensassero che avessi una marcia in più», fino all’annuncio della sua Trisomia 21.

Mamma aveva capito… Mi teneva fra le braccia e non cessava di ripetermi: «Sei la mia vita, angelo mio, anche con un cromosoma in più ti amerò per tutta la mia vita e ti darò tutto quello di cui avrai bisogno».

Un annuncio difficile in famiglia: «Papà e mamma erano scombussolati, tristi, come se fosse loro cascato in testa il mondo… c’è stata una fase di accettazione». L’incontro con altri genitori di bambini portatori di trisomia li ha molto aiutati e ha mostrato loro «che tutto era possibile».

E la bambina conclude con una nota gioiosa:

I miei genitori dicono che la nostra famiglia si è allargata, ma anche e soprattutto che si è arricchita: vedono la vita sotto un’altra luce, la differenza ha permesso loro di aprirsi agli altri e di ricentrarsi sui veri valori che la vita può offrirci. […]. E poi hanno anche scoperto il mio segreto (l’altro), cioè che sono nata con un superpotere: l’amore, io lo do senza aspettarmi niente in cambio.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
bambinadisabilitàsindrome di down
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni