Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 29 Febbraio |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

I Belgi onorano il santo patrono dei birrai, che ha salvato la popolazione dalla peste

BELGIAN BREWERS

Alexandros Michailidis | Shutterstock

John Burger - pubblicato il 24/07/20

Sant'Arnoldo ha esortato i fedeli a evitare l'acqua bevendo birra

Come molti eventi che hanno dovuto essere cancellati o modificati quest’anno, anche l’annuale Weekend della Birra Belga di Bruxelles è rimasto vittima della pandemia di coronavirus.

“A causa della crisi sanitaria provocata dal coronavirus e in via precauzionale, siamo purtroppo costretti a rimandare il Weekend della Birra Belga all’anno prossimo”, ha affermato l’associazione professionale dei Birrai Belgi parlando dell’evento che era programmato dal 4 al 6 settembre.

Non c’è nulla, ovviamente, che impedisca alla gente di rendere un tributo individuale alla birra belga, riconosciuta dalle

come parte importante del Patrimonio Culturale Intangibile dell’Umanità.

E non c’è neanche niente che impedisca ai Belgi – e a tutti coloro che amano la buona birra – di auspicare che l’anno prossimo si possa tenere l’evento.

Per molti, Sant’Arnoldo è il santo a cui rivolgersi per questa intenzione di preghiera particolare.

Si dice che Arnoldo, monaco dell’XI secolo e in seguito vescovo nelle Fiandre, abbia benedetto una birreria locale la cui birra curò miracolosamente gli abitanti del luogo dalla peste, riferisce la Reuters.

Per continuare a onorare il santo patrono dei birrai, i membri di una corporazione nota come Cavalieri della Birra portano un barile nella cattedrale di San Michele e Santa Gudula di Bruxelles perché venga benedetto all’inizio del Weekend della Birra Belga. I membri dell’associazione vengono accompagnati da musicisti in abiti medievali.

“È una splendida celebrazione per Sant’Arnoldo”, ha affermato alla Reuters due anni fa Daniel Krug, un dirigente della birreria dell’azienda a conduzione familiare Duvel Moortgat. “È una grande tradizione, perché la birra è qualcosa di cui in Belgio siamo molto fieri”.

“Non so quanto sano accurate le vecchie storie, ma alcuni affermano che Arnoldo fosse figlio di un importante birraio delle Fiandre”, ha dichiarato Michael Foley, autore di Drinking with Your Patron Saints: The Sinner’s Guide to Honoring Namesakes and Protectors, a un sito web intitolato sempicemente October, che riguarda solo la birra. “Inizialmente era un cavaliere coraggioso, ma poi ha abbandonato tutto per diventare monaco, poi abate, poi vescovo di Soissons”.

Foley ha spiegato che poiché la peste che flagellava la zona di Oudenburg era diffusa apparentemente da patogeni nati in acqua, Arnoldo “ammonì gli abitanti a bere birra anziché acqua, cosa che fecero. Alla fine, nessuno tra la sua gente morì di peste. Non so se lo ritennero un miracolo, ma gli furono decisamente grati”.

Tags:
belgiobirrapatronopestesanto
Top 10
See More