Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 13 Giugno |
Sant'Antonio da Padova
home iconSpiritualità
line break icon

Possiamo sapere se qualcuno è in Paradiso o no?

HANDS

By Ralf Geithe - Shutterstock

Padre Henry Vargas Holguín - pubblicato il 22/07/20

2 Il Paradiso

Avremo la certezza che qualcuno è in Paradiso solo in cinque casi:

  • Nel caso delle persone che per tradizione la Chiesa afferma che si trovano in Paradiso (la Vergine Maria, San Giuseppe, San Paolo…);
  • Nel caso delle persone canonizzate;
  • Nel caso dei bambini morti dopo il Battesimo e di quelli morti prima o dopo la nascita senza il Battesimo tradizionale;
  • Nel caso di coloro che morendo hanno goduto del privilegio sabatino, riconosciuto da Papa Pio XII e applicato a chi muore con il santo scapolare di Nostra Signora del Carmelo. In base a questo privilegio, i devoti che rispettano tutte le condizioni e i requisiti dell’uso dello scapolare raggiungeranno la patria celeste nel più breve tempo possibile, o al massimo il sabato successivo alla morte;
  • Può anche accadere straordinariamente in casi di rivelazione con l’autorizzazione di Dio che una persona cara faccia sentire in qualche modo la sua presenza o la sua intercessione per noi presso Dio.

3 Il Purgatorio

Chi muore nella grazia e nell’amicizia di Dio ed è perfettamente purificato vive per sempre con Cristo. È per sempre simile a Dio, perché Lo vede com’è. E chi non muore in queste condizioni?

I santi sono esempi della possibilità di purificazione nella vita terrena. Nessuno di loro è arrivato alla santità senza purificarsi attraverso la sofferenza delle pratiche penitenziali, della mistica e del martirio vissuta e offerta con fede. Tutto questo con l’intenzione di riparare alle offese a Dio.

Per questo, è bene che le opportunità di purificazione che Dio ci presenta attraverso le circostanze dolorose o avverse nella nostra vita siano viste non come un castigo, ma per quello che sono realmente: opportunità di purificazione, di evitare il Purgatorio.

Quando nasciamo, Dio ci dona i suoi doni, talenti e qualità, e dipende da ciascuno di noi svilupparli a favore del suo Regno. Se al momento della morte non abbiamo quelle virtù, non potremo entrare in Paradiso, e allora, come dice il Catechismo, quelle virtù verranno perfezionate in Purgatorio:

“Coloro che muoiono nella grazia e nell’amicizia di Dio, ma sono imperfettamente purificati, sebbene siano certi della loro salvezza eterna, vengono però sottoposti, dopo la loro morte, ad una purificazione, al fine di ottenere la santità necessaria per entrare nella gioia del cielo” (CCC, 1030).

Un modo per evitare il Purgatorio è ricorrere alle indulgenze.

  • 1
  • 2
Tags:
infernoparadisopurgatorio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
3
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Claudio De Castro
Sono andato a Messa distratto, e Gesù mi ha dato una grande lezio...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni