Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 23 Maggio |
San Desiderio da Genova
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Devo amare la mia croce o liberarmene? La risposta in un cortometraggio

09-13-carrythecross-nycandre-cc1440x600.jpg

Catholic Link - pubblicato il 19/07/20

Tre pilastri

In primo luogo, bisogna accettare che c’è un dolore forte nel passato che può averci segnato. Accettare che forse più di una volta sorge un leggero risentimento nei confronti di Dio e delle circostanze esteriori. Non avere paura o timore di accettare che fa male, e che come ogni dolore dà fastidio.

In secondo luogo, bisogna evitare il senso di colpa di fronte alle cose che non possiamo cambiare o che semplicemente non dipendono da noi, come una malattia o il dolore di veder andare via una persona amata. Dobbiamo smettere di chiederci dove abbiamo sbagliato e ricordare che, anche se non vogliamo, ci sono molte cose che ci superano.

In terzo luogo, dobbiamo abbracciare l’impotenza che la situazione può provocarci. Ci darà fastidio e vorremo fare qualcosa al riguardo – siamo umani. Non per questo, però, dobbiamo aver paura di dire “Non ce la faccio” o “Ho paura”, sapendo che Gesù ha fatto lo stesso nel Getsemani.

A mio avviso, questi pilastri devono essere sempre accompagnati dalla fiducia nel fatto che al di là di tutto Dio ha la nostra vita tra le mani, e se un giorno vorrà potrà toglierci quella croce che ha permesso che ci caricassimo. Anche se si tratta di una “malattia incurabile”. È per questo che, anche se sembra contraddittorio, cerco sempre di vivere questi “Passi per sperare in qualcosa che non arriverà mai”. Perché chissà, forse un giorno arriverà.

Qui l’articolo originale pubblicato su Catholic Link.

  • 1
  • 2
Tags:
crocestile di vita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni