Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 01 Agosto |
Sant'Ignazio di Loyola
home iconChiesa
line break icon

Aboliti “padrino” e “madrina”: la decisione del vescovo di Sulmona

© Mr. Lime

Padres y padrinos durante la celebración del ritual del bautismo de un niño

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 17/07/20

Per Battesimo e Cresima, nuovo decreto "ad experimentum" della diocesi abruzzese. Ecco le motivazioni di una scelta non accolta con favore da tutti

Addio a «padrino» e «madrina». Dopo Spoleto, anche il vescovo di Sulmona, Michele Fusco, ha cancellato le loro figure da alcuni sacramenti. Con un decreto emesso giovedì 16 luglio, e in vigore per tre anni, dal prossimo primo agosto, il vescovo ha abolito la presenza di padrini e madrine nei sacramenti del battesimo e della cresima o confermazione (Corriere.it, 16 luglio).

“Adempimento formale”

In premessa del decreto “ad experimentum“, il vescovo precisa che la «Chiesa è chiamata sempre a confrontarsi con il mutare dei contesti socio-culturali in cui è inserita e a considerare il continuo cambiamento che tali contesti portano in sé».

È in quest’ottica che la Chiesa diocesana di Sulmona-Valva ha inserito una riflessione sulla presenza di padrini e madrine nel battesimo e nella cresima, presenza che, si legge nel decreto, «risulta spesso una sorta di adempimento formale, in cui rimane ben poco visibile la dimensione della fede».

©Imma Cardarano
A Sulmona la presenza delle madrine (e dei padrini) per i battesimi è "abolita". Almeno per ora.

Criteri della scelta spesso sbagliati

Una scelta compiuta spesso «con criteri e finalità diverse (parentela, amicizia, interesse) senza considerare lo specifico ruolo che il padrino o la madrina è chiamato a svolgere ovvero trasmettere la fede che deve vivere in prima persona per poi poterla testimoniare» (abruzzoweb.it, 16 giugno).

“Presenza, non obbligatorietà”

«Inoltre – prosegue il decreto – le situazioni familiari complesse di tante persone proposte per assolvere questo compito rendono la questione ancor più delicata». Il decreto ricorda che, a proposito di padrini e madrine, il Codice di diritto canonico (872 e 874) «indica la possibilità della loro presenza, non l’obbligatorietà», precisando le qualità richieste a padrini e madrine, «una vita conforme alla fede».

Principio ribadito anche da una nota della Conferenza episcopale italiana del 2003. Il decreto, ha precisato, è frutto di «un percorso di confronto e dialogo, condiviso con sacerdoti, catechisti e laici impegnati nelle comunità parrocchiali» (www.diocesisulmona-valva.it).

Diocesi Sulmona Valva




Leggi anche:
A Spoleto decisione radicale del vescovo: stop a padrini e madrine per le cresime




Leggi anche:
Come essere un buono padrino o madrina?




Leggi anche:
Cinque criteri chiave per scegliere la madrina e il padrino




Leggi anche:
Si può vietare a una persona di essere padrino o madrina?

Tags:
sacramentivescovo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
5
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
6
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
7
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni