Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Qual è la differenza tra chiesa e cattedrale?

Canterbury Cathedral, England
Condividi

Una cattedrale è il luogo in cui risiede un vescovo, “chiesa” è un termine più comune per gli edifici in cui ha luogo l’adorazione cristiana

I cattolici usano spesso le parole “cattedrale” e “chiesa” per indicare vari siti di adorazione cristiana. A volte, però, può confondere, soprattutto se non si ha familiarità con questi termini.

Qual è la differenza tra una chiesa e una cattedrale?

Il termine “cattedrale” è dato alle chiese che sono il “centro” di ogni diocesi, in cui il vescovo in genere presiede importanti liturgie. La cattedrale prende il nome dalla presenza della cattedra del vescovo (dal latino cathedra, sedia). Il vescovo siede su questa sedia quando celebra la Messa o altri eventi liturgici nella cattedrale. Da un altro termine latino, sede (“trono”), deriva appunto il concetto di sede per intendere il territorio sotto l’autorità di un vescovo.

In ogni diocesi c’è in genere una sola cattedrale, e spesso la cattedrale locale è anche la più antica chiesa sopravvissuta nella zona. Non è sempre così, ma nella maggior parte delle situazioni l’edificio ecclesiale più grande e antico di una zona viene designato come cattedrale.

La parola “chiesa” viene comunemente usata per riferirsi a qualsiasi edificio fisico in cui i cristiani si riuniscono per l’adorazione pubblica. È per questo che una cattedrale è anche una chiesa mentre non tutte le chiese sono cattedrali.

In senso più ampio, il termine può anche essere usato per indicare una “comunità” di credenti, come spiega il Catechismo della Chiesa Cattolica:

“Nel linguaggio cristiano, il termine « Chiesa » designa l’assemblea liturgica, ma anche la comunità locale o tutta la comunità universale dei credenti. Di fatto questi tre significati sono inseparabili. La « Chiesa » è il popolo che Dio raduna nel mondo intero. Essa esiste nelle comunità locali e si realizza come assemblea liturgica, soprattutto eucaristica. Essa vive della Parola e del Corpo di Cristo, divenendo così essa stessa corpo di Cristo” (CCC 752).

Entrambi i termini hanno un ricco significato, ma vengono usati in modo diverso in base alle circostanze.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni