Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 22 Aprile |
San Sotero
home iconStile di vita
line break icon

Perché gli altri non valorizzano quello che faccio per loro?

UPSET

Aruta Images | Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 15/07/20

Vivere con tanta tensione mi danneggia

Vorrei sentirmi sempre piccolo davanti a Do. E anche davanti agli uomini. Piccolo, povero, indigente, insignificante, semplice, vuoto, libero. È quello che voglio, ma non è quello che perseguo con le mie azioni. Gesù me lo dice chiaramente: “Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così è piaciuto a te”. Non capisco bene le sue parole.

Non mi sento semplice né piccolo. Mi sento migliore degli altri. Vedo le mie capacità e penso di valere molto. E allora non sono piccolo. Per capire ciò che vuole Dio devo essere come un bambino piccolo. Devo confidare in Lui come un figlio. È quello che desidero nel profondo dell’anima, ma oppongo resistenza.

Cerco di spiccare, di essere lodato, elogiato. Non lo capisco bene. Sarebbe tutto molto più facile se fosse più semplice, ma mi complico la vita e la complico agli altri. Commento le cose in modo inopportuno. Mi confondo e confondo gli altri con i miei atteggiamenti. Esigo ciò che non è esigibile nell’amore che gli altri hanno per me. Chiedo loro quello che non posso chiedere né dare. Piccolo, semplice. Continua Gesù: “Prendete su di voi il mio giogo e imparate da me, perché io sono mansueto ed umile di cuore”.

Gesù chiede espressamente che impari poche cose, e quello che mi chiede oggi è proprio che sia mite e umile. La mitezza è una virtù difficile da ottenere. Per viverla serve molta umiltà. L’orgoglio è forte nel mio cuore, e penso di meritare più di quello che ho e che ricevo.

Con rabbia esigo di essere valorizzato. Nasce l’ira, scompare la mitezza. Di fronte alla minima aggressione mi ribello. Alzo la voce, divento altezzoso. Perché non valorizzano tutto quello che faccio per loro? Com’è possibile che non vedano i miei talenti e non apprezzino il valore delle mie opere? Tutto è vanità.

Non sono umile e divento irascibile. Di fronte al minimo commento grido e non sopporto che mi offendano. Mi sento ferito nel mio amor proprio. Faccio la vittima. Non mi valorizzano, non apprezzano quanto valgo. Nulla è sufficiente per sentirmi valorizzato. Solo quando diventerò un bambino dal cuore semplice guarderò la vita in modo diverso. Voglio guardare gli altri come un bambino dal sorriso ampio e dal cuore grande.

Vorrei essere più umile. So che le umiliazioni mi aiutano a crescere in umiltà, ma mi fanno molto male e le respingo. Voglio essere il primo, voglio essere al di sopra. Oggi Gesù mi chiede di essere umile. Di non rispondere alla violenza con la violenza. Alle grida con le grida. Agli insulti con gli insulti. Leggevo giorni fa: “La fede delle nostre comunità si basa anche oggi sull’esperienza di quei testimoni umili e semplici che in mezzo a tanto scoraggiamento e a tanto sconcerto gettano luce, perché ci aiutano con la loro vita a sentire la vicinanza di Gesù”.

  • 1
  • 2
Tags:
umiltà
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
3
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo specchio
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni