Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 04 Agosto |
San Giovanni-Maria Vianney
home iconChiesa
line break icon

Perché in sagrestia c’è un lavello speciale?

sacrarium

Alan Creech | Flickr CC BY-NC-ND 2.0

Philip Kosloski - pubblicato il 14/07/20

Il “sacrarium” ha un drenaggio direttamente a terra per assicurare il corretto smaltimento degli elementi sacri

Se siete mai stati in una sagrestia – la stanza in cui si prepara la liturgia – in una chiesa cattolica, avrete forse notato due lavandini. Uno sembra normale e ha un rubinetto con un tipico impianto idraulico, mentre quello vicino, o nella stessa stanza, è un lavello secondario. Ha spesso una lastra di metallo a coprirlo e in genere non ha un rubinetto.

Cos’è quel lavello, e a cosa serve?

Il termine tecnico per indicarlo è “sacrarium” (a volte chiamato “piscina”), ed è stato sviluppato per il corretto smaltimento degli elementi sacri. Ha un drenaggio che va direttamente a terra. In questo modo, gli elementi naturali tornano a terra in modo più dignitoso che se venissero drenati in un serbatoio di contenimento.

Uno degli obiettivi del sacrarium è eliminare l’acqua che contiene in essa un’ostia consacrata dissolta. In genere quando un’ostia consacrata cade a terra viene consumata, anche se a volte viene custodita nella sagrestia e messa in un piatto d’acqua, e una volta che si è distolta abbastanza l’acqua viene versata nel sacrarium.

Un uso più comune del sacrarium è quello di eliminare l’acqua usata per lavare i vari tessuti usati nella liturgia. La Catholic Encyclopedia elenca questo e altri modi storici in cui viene usato il sacrarium:

“[Il sacrarium è stato usato] per ricevere l’acqua derivante dal lavaggio delle mani del sacerdote, l’acqua usata per lavare i tessuti, i corporali, i teli, ecc., usati dopo le unzioni sacre, e per le ceneri delle cose sacre non più adatte all’uso. È stato realizzato accanto all’altare, nella parete meridionale del santuario, nella sagrestia, o in altri luoghi adatti”.

È un costume bruciare alcuni oggetti sacri (sacramentali) una volta che non sono più utili, e sotterrarne le ceneri. Un’altra opzione sarebbe versarle nel sacrarium (con acqua), visto che così arriverebbero direttamente a terra.

Al di sopra di tutto, il sacrarium viene usato per eliminare adeguatamente gli elementi sacri, riunendoli con la terra in un modo che rispetta la benedizione che hanno ricevuto.

Tags:
chiesaliturgia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
MADELEINE PAULIAC
Sandra Ferrer
La dottoressa che aiutò a partorire delle suore violentate
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
4
MAN, ALZEHIMER, WOMAN
ACI Digital
Cosa accade all’anima di una persona che ha l’Alzheim...
5
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
6
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
7
BISHOP BARRON
Francisco Vêneto
Il vescovo Barron mette in guardia sull’ideologia del testo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni