Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconStile di vita
line break icon

Quando l'ostensorio si trasforma in amuleto

OSTENSORY

Shutterstock | Sidney de Almeida

Gabriel Vila Verde - pubblicato il 09/07/20

Arrivando sull'altare, il sacerdote ha detto ai fedeli: “Non sapevo che adoraste l'ostensorio”

Padre Gabriel Vila Verde ha pubblicato sul suo profilo di Facebook queste considerazioni sull’atteggiamento dei cattolici di fronte all’ostensorio:

Esistono bei bicchieri di vetro, ma la cosa più importante è il vino che ci mettiamo dentro. Esistono pentole carissime, ma è più importante il cibo che ciascuna di esse accoglie. Una pentola vuota, anche se bella, non riempie la pancia. Offro questi esempi per parlare di un pericolo esistente in ambito cattolico per mancanza di orientamento.

Abbiamo un oggetto liturgico chiamato OSTENSORIO, in cui si colloca l’Ostia sacra, quella che chiamiamo Santissimo Sacramento perché è Gesù stesso. Dobbiamo capire che l’ostia collocata nell’ostensorio è la stessa che il sacerdote eleva a Messa, la stessa che i fedeli ricevono nella fila della Comunione. Che sia grande, media, piccola o spezzata in piccoli pezzi, lì c’è Gesù tutto intero.

Un amico sacerdote si è reso conto che quando passava con l’ostensorio in chiesa molta gente piangeva, si metteva in ginocchio, rabbrividiva, ecc.. Un giorno ha preso la pisside dal tabernacolo e ha camminato con Gesù nella pisside. Risultato: nessun pianto, nessuna commozione, niente reazioni. Arrivato all’altare ha detto: ‘Non sapevo che adoraste l’ostensorio’.

Cari fratelli, non scambiamo il cibo con la pentola, né il vino con il bicchiere. L’ostensorio, per quanto bello e sacro, NON è più importante dell’Ostia che vi viene collocata dentro. Gesù Eucaristico, nella patena, nella pisside, nel calice, nel tabernacolo, nelle mani del sacerdote o del ministro, ovunque sia, dev’essere adorato e riverito con la stessa dignità che Gli diamo nell’ostensorio. Non facciamo dell’ostensorio un amuleto, perché senza Gesù non è altro che un oggetto liturgico.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
chiesa cattolicaliturgia
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni