Aleteia
giovedì 22 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
News

La Corte Suprema si schiera dalla parte delle Piccole Sorelle dei Poveri e della scuola cattolica

Supreme Court BUILDING

USCapitol | Flickr | United States government work

John Burger - pubblicato il 09/07/20

La libertà religiosa è fondamentale per i casi di esenzione dalla contraccezione e gestione delle scuole

Le Piccole Sorelle dei Poveri, che gestiscono una serie di istituti per anziani negli Stati Uniti e in tutto il mondo, possono essere esentate dalla necessità di assicurare ai loro impiegati laici la possibilità di ricevere contraccettivi gratis come parte della loro copertura sanitaria, ha stabilito mercoledì la Corte Suprema degli Stati Uniti.

“Da più di 150 anni, le Piccole Sorelle si sono impegnate in un servizio fedele e si sono sacrificate motivate dalla chiamata religiosa a fare di tutto per il bene dei fratelli”, ha scritto il giudice Clarence Thomas. “Negli ultimi sette anni, però – come molti altri obiettori religiosi che hanno partecipato ai processi e alle regolamentazioni che hanno portato alla decisione di oggi -, hanno dovuto combattere per poter portare avanti la loro nobile opera senza violare le proprie sincere convinzioni religiose. Dopo due sentenze di questa Corte e molteplici tentativi falliti di regolamentazione, il Governo federale è giunto a una soluzione che esenta le Piccole Sorelle dalla fonte delle loro preoccupazioni a livello di complicità – il mandato contraccettivo imposto a livello amministrativo”.

La Corte ha stabilito che l’Amministrazione Trump aveva l’autorità di garantire un’esenzione ai gruppi animati da convinzioni religiose.

La sentenza del caso Piccole Sorelle dei Poveri Casa Santi Pietro e Paolo v. Pennsylvania ha rimandato il caso alla Corte d’Appello “per ulteriori procedure coerenti con questa sentenza”.




Leggi anche:
Le Piccole Sorelle dei Poveri compaiono per la terza volta davanti alla Corte Suprema

In un’altra sentenza di mercoledì, l’Alta Corte ha stabilito che i tribunali devono rimanere fuori dalle dispute lavorative che coinvolgono chi ha posizioni di rilievo a livello di Chiesa e altre istituzioni religiose.

Il caso delle Piccole Sorelle ha avuto origine sull’onda dell’approvazione dell’Affordable Care Act nel 2010. Le Piccole Sorelle e altri datori di lavoro religiosi obiettori hanno alla fine ottenuto un modo per essere esentati da quello che è stato chiamato “mandato contraccettivo”, ma solo se riempivano un modulo che, sostenevano, significava dare il libera al fatto che il Governo

federale fornisse la copertura, cosa che li rendeva complici nell’offrire la contraccezione.

“Coerenti con la loro fede cattolica, le Piccole Sorelle hanno la convinzione religiosa ‘che evitare deliberatamente la riproduzione mediante mezzi medici sia immorale’”, ha stabilito la sentenza emessa dalla maggioranza della Corte. “Hanno sfidato l’autocertificazione, affermando che riempire il formulario le avrebbe costrette a violare le proprie convinzioni religiose ‘intraprendendo azioni che avrebbero direttamente fatto sì che altri fornissero la contraccezione o sembrassero partecipare allo schema di distribuzione’”.

I giudici Ruth Bader Ginsburg e Sonia Sotomayor si sono espresse contrariamente alla sentenza.

Il giudice Samuel Alito ha affermato che la questione non è chiusa.

“Ora rimandiamo la questione ai tribunali inferiori, in cui il Commonwealth della Pennsylvania e lo Stato del New Jersey non sono affatto certi di portare avanti la loro argomentazione in base alla quale la legislazione attuale è manchevole su un altro piano”, ha scritto Alito. “Questo prolungherà la battaglia legale in cui le Piccole Sorelle sono impegnate da sette anni – anche se in tutto questo tempo nessun impiegato delle Piccole Sorelle ha avanzato obiezioni nei confronti della loro condotta”.


LITTLE SISTERS OF THE POOR, CORONAVIRUS,COVID19

Leggi anche:
Le Piccole Sorelle dei Poveri lanciano la campagna “Un Milione di Famiglie, Un Milione di Rosari” per combattere la pandemia

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
contraccezionelibertà religiosascuola cattolicastati unitisuore
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha ...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni