Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconStile di vita
line break icon

Con quale intenzione faccio le cose?

HELPING

Liderina | Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 06/07/20

Chi sono io per giudicare le intenzioni altrui?

Spesso non so se l’intenzione con cui faccio le cose è quella che manifesto al farle o se ce n’è un’altra nascosta. Non so se c’è un unico motivo o ce ne sono vari. Non so nemmeno se le mie motivazioni sono quelle giuste. Mi costa sapere se il motivo è sempre quello adeguato. Non so se lo faccio bene, non so se è corretto.

Forse non ci sono intenzioni più corrette di altre. O forse sì. Come si può valutare l’intenzione di un atto? È male fare qualcosa mossi dal desiderio di servire e di essere al contempo amati e valorizzati? Ho nell’anima un desiderio costante di essere riconosciuto e valorizzato. Posso negarlo?

Fin dalla culla ridevo per far ridere e facevo gesti con il viso, le braccia e le gambe per richiamare l’attenzione di chi mi voleva bene. Poi ho continuato a farlo. Ho bisogno di placare l’ansia dell’anima di donarmi ed essere generoso, e allo stesso tempo voglio soddisfare il desiderio profondo di essere amato, abbracciato, riconosciuto, valorizzato.

Vivo mosso dalle mie ferite più profonde, quelle che un giorno qualcuno mi ha provocato senza volerlo. Quelle ferite che soffro quasi fin da bambino, nel mio subconscio. Qualche sguardo o un episodio di disprezzo ha spezzato la mia anima.

Da allora corro per i campi della vita pretendendo di essere amato, desiderato, cercato. Sono come un bambino abbandonato che cerca di tornare alla sua casa perduta tra i boschi, cercando la direzione giusta.

E allora chi sono io per giudicare le intenzioni degli altri quando fanno il bene? Semplicemente lo fanno, amano, si preoccupano degli altri, accompagnano la vita dei bisognosi. Basta solo questo per amare gli altri. È solo questo che voglio valorizzare.

Agiscono con bontà mossi dal desiderio di amare, di aiutare chi ne ha bisogno, di servire chi lo chiede loro. Non è abbastanza? A volte, forse per invidia, o per gelosia, sospetto e giudico. Penso che ci siano secondi fini e un’ansia di protagonismo. Mi perdo in giudizi e condanne di atti pieni di bontà.

Sono più di Dio per giudicare l’uomo? Perché non mi rallegro semplicemente per il bene che fanno gli altri? Invidie, gelosie… Che peccato che le mie parole offuschino una buona azione!

Non voglio dedicarmi a giudicare le intenzioni, né le mie né quelle altrui. Non ci sono intenzioni pure. Guardo il mio cuore. Dico di fare il bene per amore altrui, amando me stesso in tutto ciò che faccio.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
giudicareintenzioni
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni