Aleteia
giovedì 22 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Spiritualità

Il diavolo attacca Santa Teresa d'Avila. Lei lo scaccia due volte con acqua benedetta

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 02/07/20

La mistica spagnola, in presenza delle sue consorelle, ha fronteggiato il Maligno che le causava dolori cruenti. Ecco come se ne è liberata

«L’uso dell’acqua benedetta è molto presente nel rituale dell’esorcismo maggiore, come nelle preghiere di liberazione». E’ un potente sacramentale che tiene lontano il demonio dalle persone e dalle cose.

Lo spiega Don Marcello Stanzione nel libro La liberazione dei luoghi infestati dagli spiriti maligni” (edizioni Ares).

Una santa che sperimentò la potenza dell’acqua benedetta fu Teresa d’Avila. Santa Teresa di Gesù nel difficile percorso della sua vita ha sperimentato molte volte la lotta contro il demonio. Gli attacchi del maligno avvenivano nei modi più disparati, sia intimi, con travagli interiori e turbamenti d’animo, che con assalti fisici veri e propri, visibili anche a chi le stava vicino che ne rimaneva impaurito e sconcertato.

Public Domain

Il segno della croce

Un giorno, racconta Stanzione, mentre si trovava in un oratorio, le apparve il demonio sotto forma di un’abominevole figura, avvolta da fiamme chiare e senz’ombra, che appena iniziò a parlare mostrò una bocca dalle fattezze spaventose.

Con voce terribile le disse che anche se era riuscita a liberarsi dalle sue mani, l’avrebbe saputa riagguantare. Teresa ne rimase terrorizzata e subito si fece il segno della croce, davanti al quale il demonio sparì. Ma tornò subito e, messo in fuga da un nuovo segno di croce, comunque non tardò ad apparire nuovamente.

L’acqua benedetta

Teresa non sapeva più cosa fare per scacciare quell’esame immondo che, seppur spariva davanti al segno della croce, non tardava a riapparire per spaventarla, spingendola a credere che non vi fosse alcun mezzo per liberarsi dalla sua presenza.

Improvvisamente, alla mistica spagnola venne in mente che aveva vicino dell’acqua benedetta e subito ne gettò sul posto dove c’era il demonio, che immediatamente sparì senza tornare più.

Cinque ore di dolori fisici

Un’altra volta, Teresa, da cinque ore pativa dolori fisici che le procuravano inquietudine fisica e morale, al punto da pensare di non essere capace di sopportare quella tremenda e insistente sofferenza.

Le suore che erano con lei vivevano il suo stesso sgomento non riuscendo a trovare alcuna soluzione per farla stare meglio. Lei chiedeva nell’intimo del suo cuore, come solitamente faceva nei momenti di maggiore sofferenza e difficoltà, che le fosse concesso di riuscire a sopportare quel supplizio a onore della gloria di Dio.

Public Domain

Il demonio

Così, mentre cercava in ogni modo di trovare giovamento e sopportazione a quella sofferenza, rassegnandosi e accettandola come fosse volontà divina, il Signore le fece comprendere che quel patimento era dovuto al demonio. Infatti, scorse davanti a sé un piccolo nero dall’aspetto orribile, che digrignava i denti. Appena lo vide ne rise, senza avvertire alcuna paura. Il demonio le faceva subire molti colpi che la scuotevano senza che lei riuscisse a resistergli, anche se la sofferenza maggiore era il tormento interiore.

La fuga

Teresa pur avendo accanto le suore non osava chiedere dell’acqua benedetta, temendo che si spaventassero conoscendo la causa di quel supplizio. Ma, poiché tutto continuava, si decise a chiederla e prontamente le suore ne gettarono su di lei, ma senza alcun risultato. Allora lei stessa ne gettò sul posto dov’era il demonio, che fuggì all’istante e immediatamente sparì anche quel supplizio.

Rimase in lei lo sfinimento di quella sofferenza che la fece molto riflettere, facendole pensare che se, con il permesso del Signore, il demonio poteva procurare una così tremenda sofferenza a un corpo e a un’anima che non gli appartenevano, cosa avrebbe potuto fare invece se ne fosse stato il padrone?


SAINT TERESA OF AVILA

Leggi anche:
Le apparizioni di Santa Teresa d’Avila sono attendibili?


SAINT TERESA OF AVILA

Leggi anche:
La relazione con il diavolo di Santa Teresa d’Avila


TERESA OF AVILA

Leggi anche:
Durante le estasi Santa Teresa d’Avila ha visto i morti nel Purgatorio


TERESA OF AVILA

Leggi anche:
Santa Teresa d’Avila mette in guardia sulla falsa pace degli amici del demonio

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
acqua benedettadiavolosanta teresa d'avila
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha ...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni