Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 01 Novembre |
San Wolfgang di Rägensburg
home iconFor Her
line break icon

Credi nel vero amore? Metti tuo marito (e i tuoi figli) al secondo posto

happy thoughtful woman

By wavebreakmedia/Shutterstock

Martha, Mary and Me - pubblicato il 29/06/20

Il nostro è un Dio esigente, che chiede tutto, non una buona percentuale. Vuole tutto il nostro cuore; solo così sarà pieno, traboccante e capaci di amare quelli che ci sono affidati.

A volte Gesù è come quell’amica che ti dice sempre tutto quello che pensa e tu, diciamo la verità, vorresti strozzarla, perché non è vero che vogliamo sentirla, la verità, crediamo di volerlo ma non è sempre così.
A noi piace conservare la nostra vita così com’è, se possibile cerchiamo di tenere un basso profilo, di non creare turbamenti, di mantenere un’apparente pace che pace non è ma ipocrisia, falsità e ignavia.

Scegliere Dio non è mai la scelta più facile, è sempre quella che ti spacca la strada della vita in due, che ti chiede di cambiare tutto e di cambiare te stesso.

Gesù ce lo dice chiaro, più chiaro che mai: se ami tuo marito più di quanto ami me non sei degno di me, se ami tuo figlio più di quanto ami me non sei degno di me, se non porti la tua croce non sei degno di me.

Che tradotto, in parole semplici, significa: se non porti la Verità lì dove ti ho messo a spendere la tua vita, non sei degno del Paradiso.

Se non insegni a tuo figlio a rispettare e onorare te e tuo marito, non solo non sei degna di Dio ma non stai amando tuo figlio.

Se metti in mano a tuo figlio adolescente un preservativo invece di fare la santa fatica di parlargli del dono totale di sé, dell’amore per sempre, della verginità, non solo non sei degno di Dio ma non stai amando tuo figlio che Dio ti ha affidato.

Se tuo marito non prega o ha smesso di andare in chiesa e tu non fai nulla credendo di star rispettando i suoi spazi non solo non stai amando Dio ma non ami né tuo marito né ti curi del vostro matrimonio.

Ma occhio, tutto questo ha senso e valore solo se: nel parlare a tuo figlio e a tuo marito usi sempre dolcezza, comprensione, gentilezza, ascolto totale e amore incondizionato. Se sei un’acida donna che sventola il rosario non per pregare ma per ferire e giudicare l’altro, allora smettila, chiudi la bocca e prega lo Spirito Santo che venga in tuo soccorso.

Dio non è un Padre geloso che non sopporta che noi amiamo più la nostra famiglia di quanto amiamo Lui, il fatto che non comprendiamo mai è che solo amando Dio più della nostra vita e mettendolo non al centro ma sopra ad ogni cosa possiamo essere felici.

A volte nella vita quotidiana la luce si spegne di botto, restiamo al buio, non sappiamo dove poterci aggrappare, andiamo a sbattere contro gli spigoli, urtiamo cose e ci facciamo lividi grandi che faticano poi a guarire. Lì non è un Dio amicone che ti può dare una mano, ma solo la Verità quella alta che ti costringe ad alzare gli occhi e ad emergere dal tuo egoismo, dalla tua svogliatezza e, soprattutto, dalla tua paura.
Prendiamo la nostra croce, diamo la vita per testimoniare la Verità lì dove ci troviamo e non solo avremo curato la nostra anima, l’avremo decorata di fiori e abbellita per presentarsi davanti a Dio, ma avremo dato una mano, unica, indispensabile e fondamentale a chi amiamo per fare altrettanto. Perché solo amando le anime delle creature che Dio ci ha messo accanto in questa vita possiamo essere felici e certi di aver realizzato ciò per cui siamo nati, la vita eterna.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA MARTHA MARY AND ME

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Annalisa Teggi
"Dite ai miei figli che li amo": ecco chi è l...
Pope Audience
Gelsomino Del Guercio
Corruzione in Vaticano, il Papa: "Non ho paur...
O Planeta que temos
Le 7 marche di cioccolato che sfruttano il la...
COQUI
Esteban Pittaro
L'ultima Messa di un sacerdote prima di esser...
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Toscana Oggi
Si può fare la Comunione senza essersi prima ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni