Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Dov’è il riposo del cuore?

peace
Thanongsak Bunma | Shutterstock
Condividi

Il mio cuore cerca la perfezione, ma in genere naufraga nelle imperfezioni…

Mi piace guardare il mio cuore e quello delle persone che conosco. Mi piace pensare a tutto quello che c’è nel cuore umano. Dolori, gioie, pene, contrarietà, sogni, rancori, perdoni…

Cosa abita nel mio cuore? Il mio cuore è sano o malato? C’è più dolore che gioia, più rancore che gratitudine? Il mio cuore è un’oasi di pace o un mare in piena tempesta? Il mio cuore è un luogo in cui posso essere me stesso, senza paura?

È il mio cuore che può salvarmi la vita. Quando è sano mi salva, quando è malato mi affonda.

Il mio cuore è pieno d’amore. Di vita e di morte. Di grandi contraddizioni. Amare fa male, l’amore mi fa sempre soffrire. Quando amo e mi lascio amare tutto si complica, e allo stesso tempo la vita vince in bellezza.

Col tempo sono arrivato a pensare che tutto dipenda da come guardo le cose. Non ho il cuore solo per sopravvivere. Il mio cuore si attacca alla vita, alle persone, in profondità.

Il mio cuore è spesso altezzoso. Si sente al di sopra del bene e del male, è ferito. Si indurisce per non soffrire, perché la sofferenza fa male.

Il mio cuore ha sete di infinito, ma a volte si accontenta di poche cose, vive fermandosi alla superficie della vita. Credo piuttosto che sopravviva in mezzo al deserto, e sente che forse in un’altra vita sarà tutto più bello, più pieno, più vero.

Il mio cuore si innamora e si disinnamora. Si commuove fino alle lacrime o resta immutabile. Il mio cuore si attacca come un bambino ai giochi infantili e ride a crepapelle.

Il mio cuore è possessivo e al contempo generoso. Vuole dare la vita senza aspettarsi nulla in cambio mentre trattiene ogni secondo che gli sfugge.

Il mio cuore vola su ali d’aquila. Si riempie di superbia quando trionfa e vince. E piange amaramente quando viene sconfitto.

Il mio cuore vive di piccole gioie aspettandone di grandi. Fa corse infinite e si ferma stanco sul ciglio della strada.

Il mio cuore trema e si arrabbia con la vita perché si aspetta sempre più di quanto riceve. Il mio cuore è ferito perché spesso ha amato e non è stato ricambiato.

Il mio cuore trema e dubita perché i fallimenti lo spaventano. Il mio cuore è trasparente e si nasconde per paura che gli altri vedano ciò che non gli piace di se stesso.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni