Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 04 Agosto |
San Giovanni-Maria Vianney
home iconCultura
line break icon

Cos’ha a che vedere San Giovanni Battista con le 7 note musicali?

BAPTISM OF CHRIST

David Zelenka | CC BY SA 3.0

Aleteia - pubblicato il 24/06/20

I nomi delle note musicali – Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si – hanno quasi mille anni. A differenza di quello che può sembrare, non sono state ideati in precedenza, ma derivano da un inno dedicato a San Giovanni Battista composto 1.200 anni fa, in cui ogni frase veniva cantata un grado sopra nella scala musicale.

I nomi delle note derivano dalla prima sillaba di ciascuna di quelle frasi, con soli due adattamenti: l’“ut” venne cambiato in “do” per facilitare il solfeggio, mentre il “si” è formato dalle iniziali di Sancte Iohannes (“San Giovanni”).

Ecco l’inno in latino, noto come Ut queant laxis o Hymnus in Iohannem:

Ut queant laxis
Resonare fibris
Mira gestorum
Famuli tuorum
Solve polluti
Labii reatum
Sancte Iohannes.

Ecco la traduzione:

“Perché i fedeli sulla lenta lira possano cantare la tue grandi gesta, sciogli la colpa dell’impuro labbro, o San Giovanni”.
L’inno e il suo autore

Guido d'Arezzo notas musicais
Creative Commons

In genere si attribuisce erroneamente la composizione di questo inno a Guido D’Arezzo, ma in realtà è stato composto nell’VIII secolo dal monaco benedettino Paolo Diacono, anche lui storico.

Guido D’Arezzo era un altro monaco benedettino che nell’XI secolo ricorse a questo cantico per nominare i suoni oggi noti della scala. Grande conoscitore dell’arte musicale, Guido dirigeva il coro della cattedrale di Arezzo. Essendo stato responsabile di aver dato un nome alle note musicali, ha finito per diventare una delle figure più importanti della storia della musica.

Tags:
innomusicasan giovanni battista
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
MADELEINE PAULIAC
Sandra Ferrer
La dottoressa che aiutò a partorire delle suore violentate
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
4
MAN, ALZEHIMER, WOMAN
ACI Digital
Cosa accade all’anima di una persona che ha l’Alzheim...
5
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
6
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
7
BISHOP BARRON
Francisco Vêneto
Il vescovo Barron mette in guardia sull’ideologia del testo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni