Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

18 curiosità sulla basilica di San Pietro

VATICAN
Shutterstock | Silverfox999
Condividi

La casa di tutti i cattolici del mondo

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

La basilica di San Pietro è il luogo della cristianità per eccellenza, perché è costruita sul luogo in cui è stato martirizzato l’apostolo al quale Gesù ha lasciato l’incarico di tutta la Chiesa, che è diventato il primo Papa.

Ecco 18 curiosità di cui probabilmente non siete a conoscenza.

1 La basilica di trova in un luogo in cui regnavano gli indovini

La basilica si trova nell’Ager Vaticanus, che comprendeva una superficie di quasi 12 chilometri quadrati. L’Ager Vaticanus era un campo abbandonato infestato da serpenti che col tempo iniziò a popolarsi grazie a un insediamento etrusco chiamato Vaticum, da cui si crede derivi il nome della zona.

Il nome derivava dal dio etrusco Vaticanus o Vagitano, che a sua volta prendeva il nome dal “vaticinium”, l’arte della divinazione, della quale gli Etruschi erano grandi maestri.

2 Quella che vediamo è la terza struttura

Scendendo nel sottosuolo dell’imponente basilica attuale, nelle grotte, si possono ammirare secoli di storia. Come abbiamo detto, la basilica è stata costruita sul luogo in cui è stato martirizzato l’apostolo Pietro, nel circo di Nerone, vicino al quale c’era un piccolo cimitero (necropoli), dove si costruì una prima piccola chiesa. In seguito, con la libertà religiosa concessa dall’imperatore Costantino, venne costruita quella che è chiamata appunto basilica costantiniana.

La base della basilica attuale risale al 18 aprile 1506 con Papa Giulio II, mentre l’opera è stata terminata nel 1626, durante il pontificato di Papa Urbano VIII.

14 architetti hanno lavorato alla basilica, tra cui grandi maestri come Bramante, Raffaello Sanzio, Michelangelo e Bernini.

3 La basilica in realtà non è la cattedrale del Papa

In realtà la basilica di San Pietro non è la cattedrale del Papa, che è invece l’arcibasilica di San Giovanni in Laterano. È lì che il Papa ha preso possesso della sua cattedra come vescovo di Roma e della Chiesa universale, consacrata da Papa San Silvestro nell’anno 324.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni