Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Come Annonciade, 10 anni, ha disegnato Notre-Dame de Paris

EXPO DESSINE MOI NOTRE DAME DE PARIS
@Cerith Gardiner/Aleteia
Condividi

Un’esposizione di una cinquantina di disegni realizzati da bambini di tutto il mondo orna ormai le palizzate sul sagrato della cattedrale di Notre-Dame de Paris. Tra questi spicca quello di Annonciade, giovane parigina decenne in nel cui cuore immediatamente è risuonato il bando emanato da mons. Aupetit.

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

È stato nell’ottobre 2019, sei mesi dopo l’incendio che stava per distruggere la cattedrale di Notre-Dame de Paris, che mons. Aupetit ha lanciato un appello ai bambini dai 4 ai 16 anni perché partecipassero al progetto “Disegnami Notre-Dame”. Da allora, circa 6mila disegni della cattedrale sono pervenuti alla diocesi. Ne sono stati selezionati in numero di cinquanta perché ornassero (da martedì 16 giugno) le palizzate disposte attorno al sagrato della cattedrale: altri sono stati esposti sotto le volte del Collège des Bernardins a poche centinaia di metri da lì. In alcuni la Signora di pietra si tinge di colori fiammeggianti. In altri essa risponde a un’architettura insolita, con un senso geometrico talvolta impressionante. Ogni bambino ha così dato libero corso alla propria immaginazione, rispondendo così al bando del concorso che mons. Aupetit aveva così enunciato: «Disegnami Notre-Dame: la chiesa che conosci o quella che immagini».

Tra tutte le opere di artisti in erba, che hanno utilizzato una quantità di tecniche figurative pure e miste, c’è un disegno che colpisce – quello di Annonciade. L’artista è una bambina di dieci anni dallo sguardo sorridente e profondo al contempo.

EXPO DESSINE MOI NOTRE DAME DE PARIS
@Cerith Gardiner/Aleteia

Alunna dell’istituto Saint-Pie X a Saint-Cloud (Hauts-de-Seine), Annonciade ha spiegato ad Aleteia come aveva passato tutto il ponte di Ognissanti dell’anno scorso a lavorare sul proprio progetto. Quando le abbiamo chiesto perché aveva pensato alla Vergine Maria sopra la cattedrale ha risposto senza esitare:

Non soltanto Maria è la mia santa patrona, ma credo che la Vergine vegli sulla cattedrale proteggendola.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni