Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 08 Febbraio |
Beata Giuseppina Bakhita
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

I “santuari urbani” in cui i cattolici di Napoli si fermano a pregare (FOTO)

NAPLES STREET SHRINES

Photo courtesy of Carol Murray

V. M. Traverso - pubblicato il 12/06/20

La città è nota per i suo santuari di strada, che onorano la Madonna e i santi locali

Quando pensiamo a Napoli, viene spesso in mente la splendida Costiera Amalfitana, o il Vesuvio. Per i cattolici, però, Napoli è un luogo speciale perché i suoi cittadini possono pregare quasi a ogni angolo di strada.

Dai Quartieri Spagnoli al Rione Sanità, gli edifici o i cortili interni ospitano spesso edicole votive, una serie di piccole strutture concave con delle statue cattoliche, dalla Madonna a San Gennaro, patrono di Napoli.

Ogni edicola votiva riporta l’iscrizione della data in cui è stata realizzata e il motivo (gratitudine, voto…). Lungi dal far semplicemente parte del panorama, sono luoghi vivi di adorazione, davanti ai quali i passanti si fermano per accendere candele o lasciare fiori freschi.

Perché questi “santuari urbani” sono tanto popolari a Napoli? Secondo una spiegazione popolare, i santuari votivi napoletani sono un’idea di Gregorio Maria Rocco, un frate domenicano del XVIII secolo noto per la sua lotta alla povertà nella città. A metà Settecento, Rocco cercava un modo per rendere le strade di Napoli più sicure di notte. Pensò così che incoraggiare la creazione di santuari illuminati dalle lampade a olio potesse rendere le vie luoghi di adorazione e scoraggiare i piccoli ladri.

I Napoletani, noti per il loro rispetto e la devozione nei confronti di vari santi, furono felici di seguire il suo consiglio, e usarono degli spazi concavi negli edifici trasformandoli in santuari decorati sontuosamente. Di notte venivano illuminati dalle lampade a olio, offrendo la tanto necessaria illuminazione delle strade. Ben presto le strade di Napoli vennero costellate da questi santuari cattolici, e i crimini di strada diminuirono – grazie alla luce o per intervento spirituale.

Tags:
madonnanapolisanti e beatistatua
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Daily prayer
And today we celebrate...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
See More
Newsletter
Get Aleteia delivered to your inbox. Subscribe here.