Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 03 Febbraio |
San Biagio
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Dopo 37 anni in carcere per un crimine che non ha commesso, Archie Williams colpisce la giuria di America’s Got Talent

AMERICAS GOT TALENT

America's Got Talent

Angeles Conde Mir - pubblicato il 01/06/20

Simon Cowell, ideatore del concorso, si è unito a The Innocence Project, la ONG che ha aiutato Williams a tornare libero

Qualche giorno fa, un uomo timido di mezza età è salito su un palcoscenico per affrontare la severa giuria di America’s Got Talent, uno dei concorsi più famosi della televisione, ideato nel 2006 dal cacciatore di talenti Simon Cowell, scopritore di gruppi come gli One Direction o Il Divo e promotore del successo di artisti come Demi Lovato.

Il nome di quest’uomo è Archie Williams, e nessuno avrebbe potuto immaginare quello che è accaduto dopo che è salito sul palco.

“Mi chiamo Archie. Vengo dalla Louisiana”, ha affermato l’uomo. Cowell gli ha quindi chiesto di raccontare qualcosa di più della sua vita, e le parole di Archie hanno lasciato tutti a bocca aperta: “Sono stato in prigione per 37 anni per un crimine commesso da un’altra persona”.

Nel 1983, quando aveva 22 anni, Archie Williams è stato accusato di aver violentato e pugnalato una donna in casa sua. Tre persone hanno testimoniato a suo favore, e non sono state neanche trovate le sue impronte sul luogo dell’accaduto, ma la donna insisteva a dire che il colpevole era lui. Senza risorse economiche, Williams non ha potuto pagarsi una buona difesa, è stato dichiarato colpevole e condannato all’ergastolo, venendo inviato in una delle prigioni più pericolose degli Stati Uniti.

“I giorni sono diventati settimane, le settimane mesi, i mesi anni e gli anni decenni”, ha spiegato Archie nell’intervista che si fa a tutti i partecipanti al programma. Il presentatore, Terry Crews, non riusciva a credere alle sue orecchie e gli ha chiesto: “Come hai fatto a sopravvivere?”

La risposta del cantante è stata il riflesso di un profondo dolore ma anche di un’altrettanto profonda saggezza:

“Sono andato in prigione, ma non ho permesso che il mio spirito entrasse in prigione. Nei momenti peggiori pregavo e cantavo. E così ho trovato la pace”.
AMERICAS GOT TALENT
America's Got Talent

Dopo molti anni dalla sua condanna, The Innocence Project, un’organizzazione senza scopo di lucro, si è presa in carico il suo caso. Ha chiesto prove del DNA e una comparazione delle impronte digitali, e il risultato di queste due semplici prove ha scagionato completamente Archie Williams. Le impronte trovate sul luogo del crimine coincidevano con quelle di un violentatore seriale. Nel marzo 2019, a 58 anni, Williams è uscito di prigione.

“Quando ero in carcere vedevo America’s Got Talent e mi concentravo su questo palco. Ho sempre voluto trovarmi in un luogo come questo, e ora che sono qui ringrazio Dio”, ha affermato Archie pochi minuti prima di interpretare sul palcoscenico la canzone Don’t let sun go down on me, di Elthon John, che l’ha interpretata insieme allo scomparso George Michael.

Al termine della sua esibizione, Archie si è guadagnato un’ovazione da parte del pubblico del teatro e dei giudici del talent show, che lo hanno applaudito in piedi e con le lacrime agli occhi. Howie Mandell e Heidi Klum non riuscivano a credere a quello a cui avevano appena assistito. “Ti vogliamo bene”, gli ha detto Sofia Vergara. “Questa canzone ha assunto un significato totalmente diverso per me”, ha confessato Cowell, che ha detto ad Archie che non dimenticherà mai la sua interpretazione. L’uomo è passato alla fase successiva del concorso, ma soprattutto ha vissuto un sogno che meritava davvero dopo l’incubo crudele e ingiusto che ha vissuto. Simon Cowell, famoso per la sua freddezza, la sua brutale sincerità e il carattere difficile, si è alzato per abbracciare Archie, e si è poi unito come ambasciatore di buona volontà a The Innocence Project, la ONG che ha cercato giustizia per Williams.

L’esibizione e la storia di Archie hanno fatto il giro del mondo attraverso le reti sociali. Perfino Elton John, autore della canzone che Archie ha cantato, ha visto il video e ha voluto lasciare un messaggio su Twitter a quest’uomo timido che finalmente si sta vedendo restituito un po’ di tutto quello che gli è stato strappato.

Tags:
cantanteinnocenzaprigione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni