Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconStile di vita
line break icon

Come creare il mondo che sogniamo?

Alan Levine | Alan Levine

padre Carlos Padilla - pubblicato il 01/06/20

Voglio vivere con un senso, grato, non sopravvivendo. Ora posso costruire il mondo che ho sognato. Posso mettermi all’opera con altri, non da solo, perché ho sognato con tanti.

Posso farlo perché nella mia anima c’è il desiderio di vivere in modo diverso il resto dei miei giorni. Metto da parte quello che mi toglie la vita a poco a poco. E abbandono la mia pelle passata per rivestirmi di Gesù ogni mattina. Scelgo di vivere il presente:

“Se viviamo il presente riceviamo la grazia per lasciare ogni giorno il passato alla misericordia e il futuro alla Provvidenza”.

Non resto ancorato al passato. Non mi angoscio pensando a quello che deve venire. La vita non è nelle mie mani, lo so, ne ho verificata la fragilità.

Il mio atteggiamento caratterizza il cammino che percorro lungo nuovi sentieri mai sperimentati prima. Sono certo che il cambiamento sia possibile, che si possano fare le cose in modo diverso.

Se sorrido grato, tutto intorno a me cambia. Se affondo nelle lamentele costanti creo un’atmosfera stagnante.

ASERTYWNOŚĆ
Paige Cody/Unsplash | CC0

Se sono solidale ho un altro sguardo. Smetto di cercare la mia felicità, cercando quella altrui. Accompagno le lacrime di chi soffre. E condivido con chi ride i suoi sorrisi.

Mi metto all’opera disposto a fare cose che prima non sapevo. Ora ho imparato come un bambino. Sempre attento ai cambiamenti. Alla vita.

Sono disposto ad essere alunno, discepolo. Basta voler imparare quello che non conosco. Spezzare i rigidi schemi che mi legano. Mettere da parte i miei pregiudizi.

Servire lavando i piedi di mio fratello. Senza pensare che quello che faccio sia umiliante. Salvare vite nella quotidianità, senza attribuirmi premi o medaglie.

Essere uno dei tanti in una folla che cammina unita verso il suo Maestro, senza voler controllare tutto. Senza temere che mi venga tolta ogni cosa.

Perché non penso di dedicarmi ad accumulare sicurezze. Non voglio pensare che se le perdo non sarò mai più felice tra gli uomini. La vita passa, il tempo scorre e mi lascio creare da Dio nelle sue mani.

  • 1
  • 2
Tags:
cambiaremondosogni
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni