Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 15 Gennaio |
San Cleopa
home iconSpiritualità
line break icon

Perché il Dito è il simbolo dello Spirito Santo?

Dedo de Deus

Michelangelo Buonarroti / Domínio Público

Aleteia - pubblicato il 29/05/20

Tra gli 8 simboli dello Spirito Santo elencati esplicitamente dal Catechismo della Chiesa Cattolica, in genere il Dito sorprende

Il Catechismo della Chiesa Cattolica offre ai fedeli una profonda e vasta sezione dedicata a ogni articolo di fede che professiamo nel “Credo”, includendo, ovviamente, l’affermazione “Credo nello Spirito Santo”. Questo ricco patrimonio di catechesi e spiritualità è a nostra disposizione nella Seconda Sezione del Catechismo (“La Professione della Fede Cristiana”), capitolo terzo (“Credo nello Spirito Santo”).

In questo capitolo ci sono vari blocchi tematici sulla Terza Persona della Santissima Trinità, tra i quali “I Simboli dello Spirito Santo”, che elenca 8 sue rappresentazioni:

  • Acqua
  • Unzione
  • Fuoco
  • Nube e Luce
  • Sigillo
  • Mano
  • Dito
  • Colomba

In genere stupisce che il Dito venga considerato un simbolo dello Spirito Santo, visto che molto più spesso lo associamo alla figura della Colomba, la più presente nell’arte cristiana.

Lo stesso Catechismo si incarica di spiegare, al numero 700, il motivo di questo simbolo:

“Il dito. « Con il dito di Dio » Gesù scaccia « i demoni ». Se la Legge di Dio è stata scritta su tavole di pietra « dal dito di Dio » (Es 31,18), « la lettera di Cristo », affidata alle cure degli Apostoli, è « scritta con lo Spirito del Dio vivente, non su tavole di pietra, ma sulle tavole di carne dei […] cuori » (2 Cor 3,3). L’inno « Veni, Creator Spiritus » invoca lo Spirito Santo come « dexterae Dei tu digitus – dito della mano di Dio »”.

DI fatto, una delle immagini più note della pittura cristiana ci mostra Dio Creatore che dà la vita al primo uomo, Adamo, con il suo Dito che indica specificatamente lui.

“La creazione di Adamo” è un affresco dipinto dall’artista rinascimentale Michelangelo Buonarroti verso il 1511 sulla celebre volta della Cappella Sistina, in Vaticano.

Public Domain


CINQUE PASSI LIVE

Leggi anche:
🚨LIVE 🚨 “Spirito Santo, questo sconosciuto”: con padre Maurizio Botta!

Tags:
spirito santo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Semplici scatti
Puoi chiamarle coincidenze ma sono carezze di...
Gelsomino Del Guercio
Etiopia, strage di cristiani nel Tigrai: dife...
SALVE REGINA
José Miguel Carrera
Un Salve Regina come non lo avete mai visto
Silvia Lucchetti
Silvia e Andrea: il nostro matrimonio stava c...
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo sp...
FRA BENIGNO ESORCISTA
Chiara Ippolito
Il più commovente caso di liberazione: quando...
COVID
Gelsomino Del Guercio
Il prete: benedivo senza olio i malati gravi,...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni