Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

1 giugno 2020: riaprono Musei Vaticani e Ville Pontificie. Ecco come prenotarsi

O. Mascherino (architetto), I. Danti (cartoni per le carte geografiche), G. Muziano, C. Nebbia (decorazione della volta), Galleria delle Carte Geografiche, veduta, costruita da Mascherino per volere di Gregorio XIII (1572-1585) tra il 1578 e 1580 e decorata con le carte geografiche tra il 1580 e il 1583, Musei Vaticani, Palazzi Apostolici Vaticani
Condividi

Ci saranno rigide norme anti-covid da rispettare, dal controllo della temperatura alla mascherina

Dopo quasi tre mesi di chiusura a causa dell’emergenza sanitaria, i Musei Vaticani riapriranno al pubblico. Dal primo giugno si potrà di nuovo visitare in sicurezza questo scrigno d’arte che coniugando tradizione e innovazione custodisce collezioni straordinarie come quelle egizie, etrusche, greche e romane, cristiane ed epigrafiche.

Le norme per l’accesso

Dal primo giugno, ricorda Andrea Arcangeli, vicedirettore della Direzione di Sanità ed Igiene, si potrà accedere ai Musei Vaticani rispettando le norme di igiene e di distanziamento. Tutti coloro che visiteranno i Musei saranno sottoposti al controllo della temperatura corporea attraverso apparecchiature termometriche. L’ingresso sarà consentito solo se muniti di mascherina.

Il presidio fisso medico-sanitario

Durante l’orario di apertura al pubblico, sarà sempre attivo un presidio di personale medico-sanitario delle Misericordie di Italia. Le modalità di visita saranno impostate secondo una programmazione straordinaria che potrà essere rivista alla luce dell’evoluzione della situazione di emergenza.

Le prenotazioni

Al fine di contingentare al meglio gli ingressi, per accedere ai Musei Vaticani sarà obbligatoria la prenotazione. Potrà essere effettuata direttamente dal sito ufficiale www.museivaticani.va. In questo periodo non verrà applicato il costo dei diritti di prevendita di 4 euro (Vatican News, 23 maggio).

Le Ville Pontificie

Sino al termine dell’emergenza, si potrà ammirare la residenza estiva del Santo Padre a Castelgandolfo, e i suoi meravigliosi giardini, esclusivamente il sabato e la domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.00, con ultimo ingresso alle ore 17.00 (il primo giorno di riapertura è previsto per sabato 6 giugno 2020). Tutti i visitatori saranno sottoposti al controllo della temperatura e agli ospiti sarà consentito l’ingresso solo se muniti di mascherina. Prenotazione obbligatoria dal sito ufficiale dei Musei Vaticani.

Il Treno delle Ville Pontificie, in partenza ogni sabato dalla Stazione Vaticana, è sospeso (Arte Magazine, 28 maggio).

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni