Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 19 Giugno |
San Gregorio Barbarigo
home iconChiesa
line break icon

La denuncia di Papa Francesco: oggi la maternità viene umiliata

POPE FRANCIS AUDIENCE

Antoine Mekary | ALETEIA

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 28/05/20

Il pontefice commenta il libro di una giornalista dell'Ansa: "Risuona nell'animo la domanda di ogni mamma: In quale mondo vivrà mio figlio?"

«Risuona nell’animo la domanda di ogni mamma: ‘In quale mondo vivrà mio figlio?’. Preghiamo per loro, affinché il Signore doni il coraggio di accompagnare i figli con la fiducia che sarà certamente un mondo diverso, ma sarà sempre un mondo che il Signore amerà tanto. Oggi la maternità viene umiliata, perché l’unica crescita che interessa è quella economica».

E’ la denuncia contenuta nella lettera che il Papa ha inviato alla giornalista Nina Fabrizio, collaboratrice dell’Ansa, che gli ha donato del suo volume “Francesco, il Papa delle Donne“.

La sensibilità delle donne in attesa del parto

L’autrice aveva allegato al libro anche alcune recenti sue inchieste su come le donne in attesa stanno vivendo il delicato momento della pandemia, con tutte le limitazioni che ne conseguono per una serena maternità.

«La ringrazio per il messaggio, le riflessioni e il libro ‘Francesco, il Papa delle donne’, che Lei ha voluto cortesemente inviarmi – scrive il Pontefice – Sono un contributo che mi permette di conoscere più da vicino, questo momento delicato della pandemia, la sensibilità delle donne in attesa del parto» (Ansa, 26 maggio).

“Conosce il tango e le donne”

Il libro della Fabrizio racconta il rapporto tra il papa e le donne fin dai tempi argentini, quando Bergoglio ballava e aveva una fidanzata. «Papa Francesco conosce il tango e conosce le donne, le apprezza e vuole che facciano venire alla luce quella marcia in più che sanno avere», osserva l’autrice.

BERGOGLIO
Family Bergoglio
Il giovane Jorge Bergoglio

Il nipote di Estela Carlotta

Fu in Argentina che Bergoglio riuscì a salvare dalla dittatura militare anche donne ed amiche come il magistrato di simpatie di sinistra, Alicia Olivera. E poi, appena salito al soglio di Pietro, sostenendo nella sua dura battagliaEstela Carlotto, leader delle Abuelas de Plaza de Mayo, che è riuscita, anche grazie all’intercessione di Francesco in favore dell’apertura degli archivi ecclesiastici argentini, a ritrovare suo nipote, figlio strappato alla madre durante le disumane torture praticate nella famigerata Esma.

public domain

Dalle ex prostitute alle suore abusate

Intanto, riporta l’Ansa (24 febbraio) anche la predicazione e i discorsi di Francesco si sono impreziositi di anno in anno di nuovi messaggi alle donne, quasi Bergoglio si fosse posto in dialogo diretto con loro.

Una interlocuzione che si è aperta anche a gesti storici come i più volte rinnovati abbracci con ex prostituite, vittime di fenomeni di sfruttamento brutali, quasi completamente ignorati dall’opinione pubblica. L’aver affrontato di petto i temi delle donne, ha condotto il Pontefice argentino fino ad alzare, finalmente, il velo sugli abusi sessuali e di autorità che le religiose stesse subiscono nel chiuso degli ordini.




Leggi anche:
Il Vaticano che diventa “rosa”: ecco chi sono le donne scelte dal Papa


HUG

Leggi anche:
Papa Francesco: sfruttare le donne è peccato contro Dio




Leggi anche:
Papa Francesco: “Chi va con le prostitute è un criminale, tortura le donne”


PAPIEŻ FRANCISZEK Z SIOSTRAMI

Leggi anche:
Abusi sessuali sulle suore, Papa Francesco: “Il problema esiste”. E cita Ratzinger

Tags:
donnematernitàpapapapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni