Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 12 Aprile |
Santa Teresa de los Andes
home iconStorie
line break icon

Sacerdote messicano parla dell’“amorevole presenza di Dio” che ha sentito mentre lottava contro il Covid-19

PRIEST

Paul Ratje | AFP

J.P. Mauro - pubblicato il 26/05/20

Padre Antonio Pérez Hernández ha continuato il suo ministero con i malati anche quando è stato contagiato egli stesso

Un sacerdote dell’arcidiocesi di Tlanepantla, in Messico, ha raccontato la sua esperienza di ricovero a causa del Covid-19. Padre Antonio Pérez Hernández ha riferito la sua storia in un video sul canale arcidiocesano di , spiegando che questa situazione ha approfondito la sua fede mentre lottava per equilibrare la sua ripresa con lo svolgimento del ministero sacerdotale nei confronti degli altri pazienti.

LaCatholic News Agency, che ha tradotto delle citazioni tratte dal video con l’aiuto dell’agenzia ACI Prensa, riferisce che Pérez ha convidiso la stanza con vari altri pazienti affetti da coronavirus, con i quali ha svolto il suo ministero quando le forze glielo permettevano.

“Quando ero lì, c’è stato un momento in cui ho sentito come se Dio mi chiamasse alla sua presenza”, ha confessato Pérez ad ACI Prensa. “Ed è allora che si scopre l’abbandono, l’abbandono totale del dire al Signore ‘Eccomi, se vuoi chiamami, sono pronto; sono pronto anche se vuoi lasciarmi qui. Ti chiedo solo di darmi la forza per dare l’assoluzione e assistere i miei fratelli che soffrono come me per la malattia’”.

Padre Hernández ha spiegato di aver ascoltato Confessioni e assolto chi glielo chiedeva, e di essere stato presente quando vari pazienti sono morti. Anche in quella situazione difficile, però, ha notato che l’atmosfera piena di paura dell’ospedale si trasformava distintamente in un’atmosfera di pace e speranza, cosa che attribuisce alla preghiera.

Durante il suo ricovero, ha affermato, ha “sentito la presenza amorevole di Dio”.

Padre Antonio ha concluso con un appello ai fedeli affinché si mettano nelle mani di Dio:

“C’è un momento in cui hai solo il camice dell’ospedale, nient’altro”, ha detto. In quel frangente “si sperimenta l’abbandono di dire al Signore: ‘Signore, ho Te. Cos’altro posso volere se ho Te?’”
Tags:
coronavirusmessicosacerdote
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
Le assurde messe in prigione del cardinale Simoni: pensavano foss...
2
CHIARA AMIRANTE
Gelsomino Del Guercio
Chiara Amirante inedita: la cardiopatia, l’omicidio scampat...
3
Archbishop Georg Gänswein
i.Media per Aleteia
Mons. Gänswein: si pensava che Benedetto XVI sarebbe vissuto solo...
4
girl stop in the street
Claudio De Castro
“Vieni a trovarmi”, insisteva Gesù dal tabernacolo
5
Divina Misericórdia
Gelsomino Del Guercio
Il Papa celebra domenica la Divina Misericordia. Ma perchè questa...
6
Gelsomino Del Guercio
Le stigmate di Domenica Galeano, la veggente di Briatico, sono ve...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni