Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 12 Aprile |
Santa Teresa de los Andes
home iconStile di vita
line break icon

5 lezioni di fede da questa pandemia che ricorderò per sempre

CROSS

Exe Lobaiza | Cathopic CC0

Catholic Link - pubblicato il 25/05/20

di Myriam Ponce

Ricordo ancora quando ero in classe e ho dovuto dare la notizia appena diffusa ai miei allievi: “Ricordate questo giorno, questa lezione, in cui è stato dichiarato che stiamo vivendo una pandemia”. Che momento storico! Ricordo di averlo commentato con loro e che abbiamo riso, un po’ nervosi, senza sapere che avremmo trascorso i mesi successivi in casa in quarantena..

Si è trattato senza dubbio di un periodo di raccoglimento, adattamento e preghiera. È stata una pausa forzata che ci ha costretto a riconoscere ciò che merita davvero di essere valorizzato. Sono stati giorni di grande riflessione, e per questo vorrei condividere alcune lezioni di fede che ho imparato durante la pandemia:

1Permettere a Dio di essere Dio

È stata davvero una grande lezione. Spesso preghiamo e chiediamo la grazia di Dio per qualcuna delle nostre necessità, ma siamo davvero disposti ad accettare qualunque cosa corrisponda alla sua volontà?

Per quest’anno avevamo progettato viaggi e celebrazioni importanti. Sembrava che avessimo pensato dettagliatamente a tutto, ma ci ha travolti un “dettaglio” che non avevamo mai preso in considerazione. E abbiamo rivolto il nostro sguardo a Dio, nostro Padre, che ci stava aspettando a braccia aperte. Ho capito che avrei dovuto innanzitutto rispettare la sua volontà e sperare in tempi migliori, dandogli sempre la mano.

Permettere che Dio sia Dio significa accogliere e accettare la sua volontà sapendo che tutto ciò che Egli permette ha un proposito positivo. Avevamo dei progetti, sì, ma abbiamo imparato a cambiarli grazie alla speranza che riponiamo in Dio.

2Siamo parte del Corpo di Cristo


La Chiesa cattolica ci infonde il fatto di sentirci fratelli nella fede, ma sembrerebbe che in questo periodo lo abbia rimarcato. Ricordo ancora il discorso di Papa Francesco durante la sua preghiera per il mondo di fronte al coronavirus, quando ha affermato che tutta l’umanità si trovava sulla stessa barca e che bisognava remare insieme. Quanto aveva ragione!

È diventata viva questa parola: “Il corpo non si compone di un membro solo, ma di molte membra… Ora voi siete il corpo di Cristo e membra di esso, ciascuno per parte sua” (1 Cor 12, 27).

Più che mai, questa nuova sofferenza a causa della pandemia ci ha ricordato quanto sia importante guardare davvero al prossimo ed essere più empatici. Sapere che tutti formiamo e costruiamo la Chiesa con le nostre azioni.

3Non possiamo vivere senza amore

LOVE
Halfpoint | Shutterstock

Dal vedere la mia famiglia tutti i fine settimana siamo passati a vederci solo con le videochiamate. Grazie a Dio abbiamo strumenti tecnologici che ci permettono di rimanere in contatto, ma sicuramente nulla può sostituire il calore dell’abbraccio materno.

Non avremmo mai immaginato di vivere in un mondo in cui dover stare lontani gli uni dagli altri, ma eccoci qui. E più che mai, aspettiamo ansiosi di tornare alla normalità per far visita a parenti e amici. So che anche voi lo desiderate.

È vero che il distanziamento sociale ha limitato il contatto con i nostri familiari, ma è anche vero che questo ci ha fatto capire quanto sia importante dimostrare il nostro affetto alle persone care. Ricordiamo che l’amore è la massima espressione di apprezzamento, attenzione, interesse ed empatia.

Dio, essendo un Padre amorevole, ci ha dato l’opportunità di amare come Egli stesso ci ama. Approfittiamo di questo periodo per discernere quale sia la nostra chiamata a rappresentare ed esercitare l’amore di Dio attraverso la fraternità e la solidarietà ne confronti dei nostri fratelli. E quando usciremo di nuovo, cerchiamo il modo per riempire di più amore il mondo che ci circonda.

  • 1
  • 2
Tags:
coronaviruslezionipandemia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
Le assurde messe in prigione del cardinale Simoni: pensavano foss...
2
CHIARA AMIRANTE
Gelsomino Del Guercio
Chiara Amirante inedita: la cardiopatia, l’omicidio scampat...
3
Archbishop Georg Gänswein
i.Media per Aleteia
Mons. Gänswein: si pensava che Benedetto XVI sarebbe vissuto solo...
4
girl stop in the street
Claudio De Castro
“Vieni a trovarmi”, insisteva Gesù dal tabernacolo
5
Divina Misericórdia
Gelsomino Del Guercio
Il Papa celebra domenica la Divina Misericordia. Ma perchè questa...
6
Gelsomino Del Guercio
Le stigmate di Domenica Galeano, la veggente di Briatico, sono ve...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni