Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 09 Dicembre |
San Juan Diego Cuauhtlatoatzin
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Perché le bugie sono così gravi?

FORMAT

Georgejmclittle - Shutterstock

Aleteia - pubblicato il 19/05/20

Il Signore considera la menzogna un'opera del Demonio: “Voi siete figli del diavolo, [… ] non c'è verità in lui. Quando dice il falso, parla di quel che è suo perché è bugiardo e padre della menzogna” (Gv 8, 44)

Il Catechismo della Chiesa Cattolica insegna che i 10 comandamenti enunciano obblighi importanti. “Che devo fare di buono per avere la vita eterna? – Se vuoi entrare nella vita, osserva i comandamenti” (Mt 19, 16-17).

Nessuno può essere dispensato dagli obblighi dei 10 comandamenti, perché sono stati inscritti da Dio nel cuore dell’essere umano e riguardano doveri essenziali.

La menzogna

Il comandamento collegato alla menzogna è l’ottavo: “Non attestare il falso contro il tuo prossimo” (Es 20, 16).

L’ottavo comandamento proibisce di falsificare la verità nei rapporti con un’altra persona.

Le offese alla verità esprimono, con parole o atti, il rifiuto di impegnarsi nella rettitudine morale. Sono infedeltà gravi nei confronti di Dio, e in questo senso minano le basi dell’Alleanza.

La verità o veracità è la virtù che consiste nel mostrarsi veri negli atti e nel dire la verità nelle parole, evitando la doppiezza, la simulazione e l’ipocrisia.

Davanti a Pilato, Cristo stesso proclama di essere venuto al mondo per rendere testimonianza alla verità. Già questo dovrebbe bastare per darci la dimensione dell’importanza di dire solo la verità senza mentire mai.

Offese alla verità

Un tipo di offesa alla verità è la falsa testimonianza e lo spergiuro. Si tratta di un’affermazione contraria alla verità. È un tipo di menzogna che si riveste di una gravità particolare – davanti a un tribunale è una falsa testimonianza, quando fatta sotto giuramento è spergiuro.

Questi modi di agire contribuiscono sia a condannare un innocente che ad assolvere un colpevole o aumentare la pena in cui è potuto incorrere l’accusato, e compromettono gravemente l’esercizio della giustizia e l’equità della sentenza pronunciata dai giudici.

Nel contesto delle reti sociali, questo tipo di menzogna – diffondere fake news – serve a distruggere l’immagine di una persona usando Internet.

In questo senso, si uniscono alla falsa testimonianza la maldicenza e la calunnia, che distruggono la reputazione e l’onore del prossimo.

L’onore è la testimonianza sociale prestata alla dignità umana, e tutti godono del diritto naturale all’onore del proprio nome, alla buona reputazione e al rispetto. Per questo, la maldicenza e la calunnia ledono le virtù della giustizia e della carità.

La gravità della menzogna

Arriviamo così al nucleo della menzogna.

La menzogna consiste nel dire ciò che è falso con l’intenzione di ingannare.

Il Signore considera la menzogna un’opera del Demonio: “Voi siete figli del diavolo, [… ] non c’è verità in lui. Quando dice il falso, parla di quel che è suo perché è bugiardo e padre della menzogna” (Gv 8, 44).

La menzogna è l’offesa più diretta alla verità. Mentire è parlare o agire in modo contrario alla verità, per indurre in errore. Ledendo il rapporto dell’uomo con la verità e con il prossimo, la menzogna offende il rapporto fondamentale dell’uomo e della sua parola con il Signore.

La gravità della menzogna si misura con la natura della verità che deforma, in base alle circostanze, alle intenzioni di chi la dice e ai danni provocati alle vittime.

Quando diventa peccato mortale

Anche se la menzogna in sé non rappresenta che un peccato veniale, diventa peccato mortale quando lede gravemente le virtù della giustizia e della carità.

Il proposito deliberato di indurre il prossimo in errore attraverso affermazioni contrarie alla verità rappresenta una mancanza nei confronti della giustizia e della carità. La colpa è maggiore quando l’intenzione di ingannare può avere conseguenze negative per chi viene sviato dalla verità.

La menzogna (essendo una violazione della virtù della veracità) è un’autentica violenza nei confronti di qualcuno, che viene colpito nella sua capacità di conoscere, condizione di ogni giudizio e ogni decisione.

La menzogna contiene in sé la divisione degli spiriti e tutti i mali che questa suscita. È negativa per tutta la società: distrugge la base della fiducia tra gli uomini e intacca il tessuto dei rapporti sociali (cfr. CCC 2464-2487).

Tags:
bugiecatechismo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni