Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 24 Novembre |
Santi Andrea Dung Lac e 116 compagni
home iconChiesa
line break icon

La mamma di Wojtyla doveva abortire: la nascita di Karol è stata un "miracolo"

WOJTYLA FAMILY

Public Domain

Karol tra i genitori, Emilia e Karol senior

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 18/05/20

Il suo ginecologo di fiducia le aveva detto: non c'è possibilità di avere un bambino vivo e in buona salute. Un giorno, quel bambino che non doveva nascere, sarebbe diventato Giovanni Paolo II

Milena Kindziuk ha descritto i drammatici mesi della gravidanza di Emilia Wojtyła e della nascita di Karol sulla base di nuove testimonianze e documenti in un libro dedicato ai genitori del futuro Giovanni Paolo II: “Emilia e Karol Wojtyła. Genitori di San Giovanni Paolo II” pubblicato recentemente in Polonia in co-edizione dalle case editrici “Esprit” e “W Drodze”.

Aci Stampa (18 maggio) ha intervistato l’autrice del libro che ha svelato alcuni sconcertanti dettagli su quei drammatici mesi in casa Wojtyla.

La “sentenza” del dottor Moskala

Correva l’autunno 1919, e il ginecologo di Emilia, il dottor Jan Moskała, le aveva annunciato una diagnosi devastante: «La tua gravidanza è seriamente a rischio e non c’è possibilità di portarla a termine o di avere un bambino vivo e in buona salute».

A peggiorare le cose, c’era il rischio che Emilia stessa non sopravvivesse al parto, anche se il bambino sarebbe sopravvissuto.

EMILIA WOJTYLA
Public Domain

Emilia Wojtyla

Emilia: no all’aborto

«Emilia Wojtyła – afferma Milena Kindziuk – era depressa dall’insistenza del dottore ad abortire. Era pienamente consapevole della minaccia alla vita sua e di suo figlio, tanto più che la diagnosi proveniva dalla bocca dell’ostetrico più noto di Wadowice all’epoca. Allora, doveva scegliere tra la propria vita e quella del bambino che portava in grembo, ma la profonda fede non permetteva a Emilia di scegliere l’aborto».

Il nuovo ginecologo

Emilia si consultò lungamente con il marito Karol “senior”, e presero «una decisione coraggiosa che, indipendentemente da tutto, il loro bambino concepito doveva nascere. E così hanno iniziato a cercare un altro medico. La loro scelta – sottolinea l’autrice del libro – ricadde sul dottor Samuel Taub, che lavorava a Wadowice e visitava nella caserma. Karol si rivolse a lui per un aiuto sperando di poter salvare la vita sia della moglie che il figlio concepito».

EMILIA KAROL WOJTYŁA
EAST NEWS
I genitori del futuro Giovanni Paolo II, Emilia e Karol senior

Il canto delle litanie alla Madonna

Il parto ebbe luogo il 18 maggio 1920. «Sappiamo dai messaggi che Emilia chiese all’ostetrica di aprire la finestra – racconta Kindziuk – voleva che il primo suono che suo figlio potesse ascoltare fosse un canto in onore di Maria. Insomma, Emilia Wojtyła ha dato alla luce il figlio, ascoltando il canto della Litania Loretana. Il bambino nacque eccezionalmente grande e forte. Era un ragazzo in buona salute che piangeva forte, come se volesse sopraffare il canto della gente nella chiesa».

La madre, chiosa la scrittrice, «era molto emozionata, ma anche piena di gioia e felicità per questo miracolo: sia il bambino che lei vivevano. L’impossibile è diventato possibile».


JAN PAWEŁ II, KARDYNAŁ RATZINGER

Leggi anche:
Benedetto XVI: Giovanni Paolo II non era “un rigorista della morale”




Leggi anche:
I quaderni segreti di Wojtyla: il rapporto con Dio e la Madonna




Leggi anche:
Quando papa Wojtyla mi disse “prego per lei ogni giorno”


JOHN PAUL II

Leggi anche:
“Karol, un Papa rimasto uomo”, il film che racconta la forza di Giovanni Paolo II (VIDEO)

Tags:
abortosan giovanni paolo ii
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
KSIĄDZ PRZY OŁTARZU
Padre Bruno Esposito, OP
Breve ‘Vademecum’ per la nuova edizione del M...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
TEENAGER
Tom Hoopes
I 7 doni dello Spirito Santo rispondono a 7 n...
Giovanni Marcotullio
Vi spieghiamo perché la Messa comincia con il...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni