Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Il riflesso della Vergine in un ospedale che suscita scalpore in Colombia

COLOMBIA
Twitter | Fair use
Condividi

Un paio di foto circolate sulle reti sociali hanno fatto pensare a una presunta apparizione della Vergine Maria in una clinica di Bogotá, e il fatto curioso ha ravvivato la fede

Nella pandemia di Covid-19 che sconvolge il mondo e ha provocato finora più di 500 morti in Colombia, i malati di coronavirus, i familiari e i credenti si aggrappano ai segni dell’amore di Dio come a una luce di speranza.

È quanto è accaduto nei giorni scorsi a Bogotá, quando varie persone che si trovavano nella Clínica Reina Sofía hanno osservato il riflesso sorprendente di un’immagine della Vergine della Medaglia Miracolosa nella cappella e in un corridoio, vicino alle stanze in cui vengono curati alcuni pazienti affetti da coronavirus.

L’immagine è stata catturata in un paio di foto sono state diffuse rapidamente sulle reti sociali e hanno suscitato grande scalpore. Alcuni l’hanno considerato un miracolo, altri hanno detto che si trattava di un fotomontaggio.

Indipendentemente dalle posizioni, ciò che è certo è che migliaia di credenti l’abbiano interpretato sui loro account nelle reti sociali come “una manifestazione di Dio per rinnovare la fede e ricordare che Egli è in mezzo a noi, anche tra chi lotta per la vita in questa crisi sanitaria mondiale”.

Le persone che hanno scatto la fotografia, a quanto pare padre e figlia, hanno raccontato che anche se non è comune, la luce del sole ha prodotto il riflesso della Vergine che si trova nell’oratorio sulle pareti e sui vetri del centro, uno dei più grandi della capitale colombiana.

“È stato provvidenziale che avvenisse al terzo piano, dove si trova il maggior numero di malati di Covid-19, e questo ha riempito la gente di speranza. Alla maggior parte non importava che non si trattasse di un’apparizione, e con fede forte e calorosa affermava che era la Vergine”, ha detto ad Aleteia Felipe Gómez, musicista e scrittore cattolico. Per l’artista, a cui sono arrivate centinaia di messaggi con reazioni alle fotografie, il riflesso è stato interpretato da molti come un messaggio di Maria che diceva “Sono qui con voi, vi sto accompagnando”.

L’evangelizzatore, che offre una grande testimonianza di fede e ha quasi 50.000 followers sulle reti sociali, i tanti messaggi circolati parlano delle manifestazioni di fede di centinaia di Colombiani, perché il primo segno dell’amore di Dio è il fatto che quel riflesso si sia verificato.

“Sono certo che la gente voglia sentirsi più vicina a Dio e alla Madonna e veda in questi segni sensibili che il Signore non ci abbandona mai, ed è così. Egli è sempre con noi, e questi gesti sono segni di speranza”, ha commentato.

Una signora che in questi giorni andava alla clinica per informarsi sulla salute del fratello ricoverato assicura che questi segni permettono ai credenti di sentirsi ancora più amati da Dio e sono una riaffermazione della misericordia divina, perché come la Vergine è stata ai piedi della Croce, era quel giorno ai piedi dei malati nella clinica situata a nord della capitale colombiana.

Circa il giorno della festa della Madonna di Fatima, che in Colombia si celebra con particolare fervore, Felipe Gómez ha ricordato il messaggio mariano pieno di speranza: “Alla fine il mio Cuore immacolato trionferà”. L’artista, che attualmente serve Dio insieme alla sua famiglia, ha ribadito che questo è “ciò che deve sostenerci nei momenti difficili”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni