Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 21 Aprile |
Sant'Anselmo d'Aosta (e di Canterbury)
home iconStile di vita
line break icon

Che rapporto abbiamo ora con gli schermi?

Juan Martínez Otero - pubblicato il 05/05/20

Internet e gli strumenti digitali ci hanno aiutato molto in questo isolamento

Un’amica che conosce la mia visione un po’ critica di Inernet e delle tecnologie digitali mi ha chiesto giorni fa con una punta di ironia: “Ora che siamo confinati, hai messo da parte le tue critiche e sei diventato un po’ più amico della tecnologia?”

Touché. La domanda è assai opportuna, perché è indubbio che grazie a Internet abbiamo potuto sopportare molto meglio i lunghi giorni di isolamento.

Grazie a Internet abbiamo potuto mantenere i nostri rapporti personali attraverso ogni tipo di strumenti – Whatsapp, Zoom, Hangouts e tanti altri -, condividendo gioie, pene, timori e speranze.

Shutterstock | Rido

Grazie alla tecnologia digitale, molti di noi hanno potuto continuare a lavorare, se non al 100% almeno a un ritmo relativamente soddisfacente.

Grazie a Youtube, molte persone hanno potuto mantenere la propria pratica religiosa, assistendo alla trasmissione di cerimonie religiose in Piazza San Pietro, a Fatima o a Medjugorje. Altri – attraverso Zoom o altri strumenti – hanno recitato il Rosario in famiglia o in comunità.

Grazie a piattaforme di Internet come Netflix o HBO, mancando le opzioni di svago fuori casa, abbiamo potuto godere di film o serie interessanti.

Grazie ad Amazon abbiamo potuto acquistare moltissime cose senza uscire di casa o metterci a rischio.

Conosco persone che si sono divertite insieme attraverso varie piattaforme, organizzando gare, cori o concorsi di travestimenti. So di gente che è arrivata a contattare delle babysitter online per poter lavorare con tranquillità mentre altri intrattenevano i loro figli da dietro uno schermo.

WEB2-TELETRAVAIL-HOMEWORKING-SHUTTERSTOCK_1676998309.jpg
Rido I Shutterstock

E la lista potrebbe continuare a non finire.

Insomma, grazie a Internet e ad alcuni dei suoi fantastici strumenti in questi giorni abbiamo potuto continuare a coltivare e a sviluppare gli aspetti più preziosi della nostra umanità.

Di fronte a tutto questo, cosa dovrei rispondere alla mia amica? La mia idea di Internet e della tecnologia è migliorata? La risposta è… si e no.

In parte è migliorata, per un motivo. Costretti a usare la tecnologia per relazionarci, abbiamo dovuto compiere uno sforzo di alfabetizzazione digitale e originalità, per capire come poter usare gli strumenti digitali per avere un contatto personale con gli altri.

Penso che in queste settimane di isolamento abbiamo usato la tecnologia digitale molto meglio del solito, mettendola al servizio dei nostri rapporti personali e dell’efficacia sul lavoro.

  • 1
  • 2
Tags:
coronavirusinternetisolamentomondo digitalepandemia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
2
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
PADRE ALDO TRENTO
Il blog di Costanza Miriano
Se un prete si innamora di una donna. Padre Aldo racconta la sua ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni