Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 05 Dicembre |
San Giovanni Damasceno
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

La Piaga della Mano Destra di Gesù e la virtù della carità

CRUCIFIXION,NAIL,HAND,CHRIST

josemdelaa | CC0

padre Reginaldo Manzotti - pubblicato il 02/05/20

Dobbiamo guardare a noi stessi come a esseri creati da Dio, simili a Lui, redenti mediante il Sangue Redentore e le Sante Piaghe di Nostro Signore Gesù Cristo. Ciò che riapre questa Piaga è quindi la mancanza d’amore, l’ingratitudine, la fuga dai sacrifici che Dio ci chiede. Non accettiamo di sacrificarci quando non amiamo Dio al di sopra di tutte le cose.

Lavoriamo quindi per la salvezza, prendendoci cura della nostra anima, ma anche dei nostri fratelli. Facciamo questo avendo una vita di preghiera, partecipando ai sacramenti e mettendo in pratica la Parola di Dio.

Oltre all’ingratitudine e alla mancanza d’amore, attentano contro la carità i peccati mortali, offese a Dio che feriscono il suo amore per noi. Uno di questi è attribuire più importanza a persone o cose di questo mondo che Dio. Un altro peccato è la pigrizia, che ci porta a non compiere i nostri doveri nei confronti del Signore, della comunità, della famiglia e di noi stessi. Non ci sacrifichiamo per nessuna causa, il che provoca pigrizia spirituale.

Ci abituiamo a non provare nulla. Non importa se preghiamo e partecipiamo alla Messa o rimaniamo a casa sprecando il tempo in cose banali. Ci sono persone che, non contente, tentano di negoziare con Dio. Sono anime fredde e calcolatrici, senza fervore, distratte dai segni del Sacro, che non riescono a frenare i propri appetiti. Questo impedisce la carità e porta all’indifferenza religiosa.

La carità è infine fondamentale per la santità, al punto che San Paolo la cita come la virtù principale e più importante finché stiamo qui sulla Terra, come anche dopo la morte, perché stare accanto a Dio sarà la nostra occupazione eterna, il che implica il fatto di amarlo e di essere amati da Lui. La fede smetterà di esistere quando vedremo il Signore faccia a faccia, come la speranza, perché stando con Lui cesserà ogni attesa. La carità resterà, perché il convivio con Dio è la pienezza dell’amore (1 Cor 13, 4-8a.13). Su questo, Sant’Agostino afferma che “il compimento di tutte le nostre opere è l’amore. Qui è il nostro fine; per questo noi corriamo, verso questa meta corriamo; quando saremo giunti, vi troveremo riposo” (In ep. Jo., 10,4).

Quella Santa Piaga, attraverso la quale Gesù porta al Padre le anime che si santificano per la forza dell’amore divino, esige da noi opere di misericordia corporali e spirituali. Ricordiamo che sono sette azioni in ogni gruppo, ovvero:

  • Opere di misericordia corporali: dar da mangiare agli affamati, dar da bere agli assetati, vestire gli ignudi, alloggiare i pellegrini, visitare gli infermi, visitare i carcerati, seppellire i morti.
  • Opere di misericordia spirituali: consigliare i dubbiosi, insegnare agli ignoranti, ammonire i peccatori, consolare gli afflitti, perdonare le offese, sopportare pazientemente le persone moleste, pregare Dio per i vivi e per i morti.

Non permettiamo che la Piaga della Mano Destra di Nostro Signore Gesù Cristo venga riaperta dall’ingratitudine e dalla mancanza d’amore delle anime che fuggono dalle opere di misericordia, sianno esse corporali o spirituali, e ignorano l’impegno nei confronti del prossimo, le questioni sociali, i sacrifici che comporta il fatto di essere un cristiano autentico e del fare della famiglia una chiesa domestica. Se questo non è gradito a Dio e riapre le Piaghe di Gesù, dobbiamo agire in modo diverso. Non possiamo essere ingrati nei confronti dell’amore divino.

Dio vi benedica.

Padre Reginaldo Manzotti

  • 1
  • 2
Tags:
gesù cristopassione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni