Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 15 Gennaio |
San Cleopa
home iconStorie
line break icon

Coronavirus in Perù: in ginocchio tra le lacrime, i poliziotti implorano la protezione di Dio

PERU

@policiaperu

Pablo Cesio - pubblicato il 30/04/20

L'avanzata del Covid-19 in America Latina sta suscitando situazioni toccanti, tra cui i gesti di vari poliziotti

“Ovunque siamo, ovunque andiamo, Egli non ci abbandonerà mai”, ha detto emozionato un poliziotto del commissariato di Sunambe, nella provincia peruviana di Chincha, prima di iniziare le operazioni durante lo stato d’emergenza provocato dal coronavirus.

Le immagini hanno fatto scalpore in Perù, non solo per i gesti e le espressioni, ma anche per la situazione attuale e l’alto rischio di contagio a cui sono esposti i poliziotti.

Tra lacrime e preghiere hanno reso grazie a Dio per altro giorno di vita, e hanno supplicato in ginocchio la protezione divina per non contrarre il coronavirus.

“Affidiamo la nostra vita e la nostra anima a Dio perché ci protegga”, ha detto uno degli agenti.

Ecco il video diffuso da Noticias Telemundo:

“Abbi misericordia, ti supplico”

Quanto è accaduto a Chincha non è stato l’unico episodio di preghiera legato ai poliziotti. Negli ultimi giorni è stato diffuso anche un video in cui si vede un capo della polizia che chiede a Dio la protezione del personale ed eleva suppliche tra lacrime e dolore per i colleghi morti per la
pandemia.

“O Padre onnipotente, Signore. Ti supplico, Padre santo, abbi misericordia di noi. Molte morti, Signore. Solo Tu, Dio mio, puoi porre fine a tutto questo. Non lasciare la nostra mano, prenditi cura dei nostri ufficiali e sottufficiali”, ha detto il poliziotto con la voce spezzata e tra la lacrime in un altro video diventato virale, riporta Perú 21.

Ogni parola pronuciata arrivava al cuore dei presenti, che seguivano in silenzio e in atteggiamento riflessivo quello che diceva il superiore.

“Abbi misericordia di noi. Non ci abbandonare. Prenditi cura dei tuoi ufficiali”, ha continuato il poliziotto (guardate anche il video inserito sulle reti sociali da Prensa Libre Perú).

  • 1
  • 2
Tags:
coronavirusperùpoliziotto
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri fi...
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù m...
Arthur Herlin
Bella, talentuosa, sicura di sé, 26 anni...la...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri fi...
COMPUTER SCREEN
Gelsomino Del Guercio
Avete condiviso questo messaggio del Papa? È ...
Maria Paola Daud
Preghiere a 4 patroni delle cause impossibili...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni