Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
For Her

Le infezioni: quello che c’è da sapere

SICK LITTLE GIRL,

George Rudy | Shutterstock

Ospedale Bambino Gesù - pubblicato il 28/04/20

Sono soprattutto causate da virus e solo raramente da batteri. Andiamo a vedere nel dettaglio quali sono gli agenti responsabili

di Michaela Gonfiantini

Le infezioni ricorrenti sono episodi infettivi causati da diversi microbi. Sono soprattutto causate da virus, e solo raramente da batteri. Le infezioni ricorrenti colpiscono prevalentemente le vie respiratorie e il sistema gastrointestinale, e sono legate alla ‘socialità’, in particolare all’inizio della frequenza del Nido o della scuola materna, quando il bambino si trova a contatto con altri bambini in ambienti chiusi. I germi responsabili si contraggono per contatto diretto o veicolati dalle goccioline di saliva emesse tossendo, respirando e parlando vicini.

Quali sono i virus e i batteri responsabili delle infezioni ricorrenti?

Le infezioni respiratorie ricorrenti sono causate prevalentemente da virus. I più frequenti sono il Rhinovirus, i virus influenzali, i coronavirus, i virus parainfluenzali, l’Adenovirus e il virus respiratorio sinciziale. Le infezioni causate da questi virus si risolvono da sole, e non hanno bisogno di farmaci specifici, ma solo di cure per controllare i sintomi. Questi virus colpiscono soprattutto le prime vie respiratorie (naso, orecchio, faringe, laringe), ma a volte possono coinvolgere anche le basse vie respiratorie (bronchi e polmoni).

Le faringotonsilliti sono tra le più frequenti infezioni delle prime vie aeree. Nell’80% dei casi sono causate da virus. Una possibile causa di faringotonsillite è un batterio, lo Streptococcus pyogenes o Streptococco beta emolitico di gruppo A, che merita un trattamento antibiotico specifico per prevenire le sue possibili complicanze. Sintomi analoghi sono però spesso causati da virus come gli Adenovirus, il virus della mononucleosi (Ebstein Barr virus) o i virus Coxsackie, che in- vece non richiedono una terapia antibiotica.




Leggi anche:
I piccoli sono più a rischio di infezioni batteriche gravi. Quali sono gli esami per infiammazioni e infezioni?

Quando le infezioni riguardano le basse vie respiratorie, invece, possono entrare in causa vari tipi di batteri. Le caratteristiche cliniche e l’età del bambino orienteranno il pediatra nella scelta del trattamento antibiotico più idoneo. Tra i virus responsabili di infezioni ricorrenti ci sono anche:

• gli Enterovirus, tra cui in particolare i virus Coxsackie, che si associano spesso a eruzioni cutanee come la malattia mani-bocca-piedi;

• il virus della mononucleosi, che può causare anche quadri più sfumati caratterizzati da febbri o febbricole persistenti;

• il virus Herpes 6 (HHV6), noto per la sua manifestazione più tipica, la sesta malattia, caratterizzata da 3 giorni di febbre seguiti dalla comparsa di un’eruzione della pelle diffusa soprattutto al tronco, che dura all’incirca due giorni.

Nelle infezioni gastrointestinali i microbi più frequentemente coinvolti sono il Rotavirus, il Norovirus e l’Adenovirus. Le infezioni gastrointestinali causate da virus si risolvono spontaneamente: dato che non esiste una terapia specifica, l’identificazione del virus non è fondamentale per scegliere la cura. Alcune caratteristiche cliniche però possono far ipotizzare al medico il tipo di microbo: ad esempio, il Rotavirus spesso presenta un andamento caratteristi- co, con un primo miglioramento seguito da una ripresa dei sintomi prima della guarigione definitiva. L’Adenovirus, invece, può causare contemporaneamente sintomi gastrointestinali e sintomi respiratori.

Quando le infezioni gastro-intestinali sono causate da batteri (ad es. la Salmonella o il Campylobacter), possono dare sintomi più gravi, come febbre alta e duratura e diarrea con presenza di sangue e muco. In questi casi è importante eseguire una coltura delle feci (la cosiddetta “coprocoltura”) per identificare il batterio responsabile e scegliere un trattamento antibiotico idoneo.

QUI IL LINK AL MAGAZINE MULTIMEDIALE A SCUOLA DI SALUTE A CURA DEL BAMBIN GESU’

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
bambinisalute
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni