Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 22 Aprile |
San Sotero
home iconStorie
line break icon

Ha potuto abbracciare la figlia dopo aver partorito quando era in coma per il coronavirus

ANGELA PRIMACHENKO

Instagram | @angela_primo

Adriana Bello - pubblicato il 28/04/20

Un “respiro di vita” tra le difficoltà

La storia di Angela Primachenko, una terapeuta respiratoria di 27 anni degli Stati Uniti, è stata descritta da lei stessa come un miracolo.

ANGELA PRIMACHENKO
Instagram | @angela_primo

Alla fine di marzo, quando le mancavano poche settimane al parto, è stata ricoverata perché presentava sintomi di Covid-19. Le hanno confermato che l’aveva contratto, cosa che l’ha sorpresa perché nonostante la sua professione era in quarantena da varie settimane e aveva preso le misure necessarie per via della gravidanza.

Le sue condizioni sono peggiorate rapidamente, e ha dovuto essere trasferita in terapia intensiva, dove le è stato indotto il coma ed è stata collegata a un respiratore per cercare di salvaguardare la sua vita e quella della piccola che portava in grembo.

ANGELA PRIMACHENKO
Instagram | @angela_primo

Ava (che significa “respiro di vita”, cosa che hanno saputo in seguito) è stata fatta nascere il 1° aprile. Angela lo ha saputo quando si è risvegliata cinque giorni dopo e ha visto che non aveva più una pancia pronunciata. Anche se non era più collegata a un respiratore e ha potuto essere trasferita in una stanza d’ospedale normale continuava ad avere il virus, e quindi non ha potuto conoscere né prendere in braccio la sua seconda figlia come avrebbe fatto la maggior parte delle madri.

ANGELA PRIMACHENKO
Instagram | @angela_primo

Il marito David e le infermiere le mostravano fotografie di Ava, che essendo un po’ prematura e per via delle circostanze della sua nascita è stata portata nel reparto di terapia intensiva neonatale.

Dopo poco più di due settimane e vari esami medici che hanno verificato che non aveva più il virus, il 15 aprile Angela è riuscita ad abbracciare per la prima volta il suo piccolo miracolo. Ha condiviso le sue emozioni su Instagram, dove familiari, amici e persone stupite dalla sua storia si sono unite in preghiera per questo incontro tanto desiderato.

ANGELA PRIMACHENKO
Instagram | @angela_primo

Ora sono entrambe a casa. Ava ha conosciuto anche la sorella maggiore Emily e i nonni, e la famiglia Primachenko ringrazia per il fatto che ora stiano tutti insime.

“Le ultime settimane sono state piene di tanti cambiamenti inaspettati nella mia vita. Sento che potrei scrivere un libro, ma stasera voglio dire che la vita è bella e bisogna trovare gli aspetti positivi di ogni giorno”, ha scritto in un post.

Tags:
coronavirusfiglimadri
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
3
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo specchio
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni