Aleteia
domenica 25 Ottobre |
Sant'Antonio Maria Claret
Spiritualità

7 azioni che vi permetteranno di essere santi nella quotidianità

Catholic Link - pubblicato il 28/04/20

3. Cercate e costruite la pace intorno a voi

Potete essere agenti di pace dove vi trovate: al lavoro, nella vostra cerchia di amici, in famiglia, essendo sempre un vincolo di unità e di pace per gli altri. Aiutare a risolvere i conflitti con il dialogo e con serenità di spirito. È molto importante, è una delle beatitudini: “Beati quelli che si adoperano per la pace, perché saranno chiamati figli di Dio” (Matteo 5, 9).

Essere costruttori di pace vi darà pace, ma una pace non come la dà il mondo, ma quella che solo Dio può dare. Ci sono milioni di situazioni in cui potete costruire la pace: conflitti familiari, dispute temporali, discussioni accalorate, problemi di lavoro, opinioni discordanti, ecc.. Anche nelle reti sociali potete essere grandi costruttori di pace, ed è assai necessario che ci siano persone così nell’ambiente digitale. Se volete essere santi, cercate la vostra pace interiore, fate la cosa giusta in ogni momento, vivete faccia a faccia con Dio, non abbiate paura e confidate nel fatto che il frutto di questo sforzo sarà la pace che viene da Dio, una pace duratura. “Vi lascio pace; vi do la mia pace. Io non vi do come il mondo dà. Il vostro cuore non sia turbato e non si sgomenti” (Giovanni 14, 27).

4. Fate attenzione alle parole

Prima di parlare o di scrivere, pensate a quello che direte. A volte possiamo ferire profondamente qualcuno solo digitando qualche tasto, ma potete evitarlo pensando bene a cosa scriverete. Questo problema si estende nelle reti sociali, in cui la suscettibilità è molto grande e a volte non c’è spazio per il dialogo sincero.

Per questo fate attenzione a far sì che tutto ciò che dite sia edificante per gli altri, che aiuti il vostro prossimo. Se dovete dire una stupidaggine è meglio tacere. Se usate la bocca per maledire, è meglio metterla a tacere e non scatenare un’ondata di insulti. Curando le nostre parole, potremo crescere in virtù e in santità, ve lo assicuro.

È bene imparare a controllare soprattutto la lingua, da dove escono benedizioni e maledizioni in base all’occasione. Con la lingua feriamo e incoraggiamo. Siamo noi a scegliere quale via prendere, essere santi non è facile ma non è impossibile.

“Ogni specie di bestie, uccelli, rettili e animali marini si può domare… ma la lingua, nessun uomo la può domare… Con essa benediciamo il Signore e Padre; e con essa malediciamo gli uomini che sono fatti a somiglianza di Dio” (Giacomo 3, 7-9).

5. Esortate gli altri

Questa è una fonte di ricchezza spirituale. Quando esortiamo gli altri, esortiamo anche noi stessi, e questo ci aiuta a vedere il peso reale delle difficoltà della vita. A volte diciamo “Vai avanti, passerà”, o “Non ti preoccupare, metti tutto nelle mani di Dio”, ma ci crediamo davvero? Crediamo davvero che tutto passerà e che Dio si occuperà delle nostre difficoltà?

Magari l’esercizio di esortare gli altri vi aiuterà ad aumentare la vostra fede e a credere nelle promesse di Dio. Scrive San Paolo ai cristiani di Tessalonica: “Vi esortiamo, fratelli, ad ammonire i disordinati, a confortare gli scoraggiati, a sostenere i deboli, a essere pazienti con tutti” (1 Tessalonicesi 5, 14).

I fratelli si aiutano tra loro, ancor più perché tutti siamo figli di Dio. Vi assicuro che se esortate gli altri, sollevate i più deboli con la forza di Gesù e avete sempre parole di incoraggiamento nei confronti di chi soffre procederete dritti verso la santità di vita. Provateci e vedrete che potete essere santi con piccoli dettagli come questi.

“Or noi, che siamo forti, dobbiamo sopportare le debolezze dei deboli e non compiacere a noi stessi. Ciascuno di noi compiaccia al prossimo, nel bene, a scopo di edificazione. Infatti anche Cristo non compiacque a se stesso”(Romani 15, 1-3).

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
diosantitavita
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni