Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Teresa d'Avila
Aleteia logo
home iconStorie
line break icon

Sacerdote che accompagna i malati di coronavirus: “Non muoiono da soli, ci siamo anche noi”

SEBASTIA AUPI EZCARRA

Obispado de Girona

Miriam Diez Bosch - pubblicato il 23/04/20

Il coronavirus non è tutto

“Dall’11 marzo ci siamo isolati del tutto, dalle nostre famiglie, dal mondo. Siamo in una situazione d’emergenza, in prima linea. Evitiamo la tossicità di alcuni mezzi di comunicazione, ci concentriamo sui pazienti”, ha confessato.

Nella quotidianità, il sacerdote accompagna i malati di Covid-19, ma anche persone che muoiono per altre patologie, perché le altre malattie non scompaiono certo.

Padre Aupí lavora gomito a gomito con l’équipe di sanitari che non solo si occupano di assistere i malati, ma offrono sostegno a livello di salute mentale, insieme a psicologi e psichiatri. Lui e un altro sacerdote sono incaricati di due ospedali grandi. “In questi giorni c’è più richiesta, e siamo qui”, ha detto al telefono in tono speranzoso.

“Viviamo in quest’epoca strana accompagnando la paura senza che questa arrivi al panico nelle persone, e men che meno al terrore”.

“Abbiamo abilitato la comunicazione con le famiglie per telefono. Non sono solo i pazienti a soffrire, anche loro”.

“È difficile dire ai familiari che non possono andare a dire addio ai propri cari. Diciamo loro che la nostra medicina è curare le persone: la gente non muore sola, ma accompagnata da noi”.

“Non lasciamo nessuno senza sostegno emotivo o compagnia spirituale. È molto importante che passi questa idea, perché è la realtà che viviamo”.

“Valorizziamo molto la preghiera, ovviamente. In ospedale, mentre mangiamo o parliamo tra noi, dico sempre che si vede che tutti pregano: alcuni per benedire il Signore, altri arrabbiati. Ma gli si rivolgono, e si vede!”

La gente è buona

“Questo momento è per me fonte di insegnamento, e scopro che l’umanità è più buona di quello che pensiamo”, ha confessato padre Aupí. “Stiamo facendo tutti insieme rinunce a livello individuale e scommesse a livello comunitario. Vedo il sacrificio dei compagni del settore sanitario e di tutta la società per mitigare l’emergenza”.

Il sacerdote ammette anche il male: “Sì, lo so, esiste anche gente tossica, ma ci si rende conto che non è tutto perduto come vorrebbero farci credere. Concentriamoci sulla parte positiva, che emerge, aiuta, accompagna e consola”.

  • 1
  • 2
Tags:
coronavirusmorteospedalesacerdote
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni