Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 25 Gennaio |
San Francesco di Sales
home iconSpiritualità
line break icon

Cosa sta chiudendo la porta della nostra fede?

open door

Elena Schweitzer / Shutterstock

Mário Scandiuzzi - pubblicato il 23/04/20

In questi giorni in cui siamo chiusi in casa per via della pandemia, pensiamo che Dio è distante, assente, ma Egli è in mezzo a noi

Nella seconda Domenica di Pasqua si medita il Vangelo di San Giovanni (20, 19-31). L’autore, che era anche discepolo, narra che si trovavano a porte chiuse per paura dei giudei.

È stato in questo scenario che Gesù si è mostrato al gruppo, portando con sé la pace che ha rallegrato il cuore di tutti e inviando i discepoli in missione dicendo:

“Ricevete lo Spirito Santo. A chi perdonerete i peccati, saranno perdonati; a chi li riterrete, saranno ritenuti” (vv. 22-23).

Questa apparizione di Gesù è come un’iniezione di incoraggiamento in quel gruppo che sicuramente non aveva ancora capito del tutto gli eventi degli ultimi giorni.

Tommaso, uno degli apostoli, non era lì. Non ha creduto a quello che gli hanno riferito i compagni e ha detto:

“Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi, e se non metto il mio dito nel segno dei chiodi, e se non metto la mia mano nel suo costato, io non crederò” (v. 25).


MISSIONARIE SAN CARLO

Leggi anche:
Custodisci la speranza in mezzo alla pandemia: prega, perdona e sii grato

L’atteggiamento di Tommaso ci mostra che credere non è semplice. Alla fin fine, ha visto quello che avevano fatto a Gesù. Come credere quindi che fosse vivo?

Spesso anche noi agiamo così, chiediamo una prova, un segno per poter credere.

Per Tommaso la risposta di Gesù è giunta in una situazione simile. I discepoli erano nuovamente riuniti a porte chiuse. Mettendosi in mezzo a loro, ha detto a Tommaso di verificare che era vivo.

Può essere che in questi giorni in cui siamo chiusi in casa a causa della pandemia pensiamo che Dio sia distante, assente, ma non è così. Egli è in mezzo a noi e vuole donarci la sua pace. Per questo vuole che crediamo. Non rimaniamo chiusi nella nostra paura, nelle nostre incertezze, nelle nostre insicurezze.

Rinnoviamo la nostra fede. Gesù ci dice ora quello che ha detto a Tommaso: “Beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!” (v. 29).

Tags:
coronavirusfede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
6
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni