Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

Cosa sta facendo la Chiesa per aiutare nella situazione di pandemia? Ve lo dico io!

SICK
GODONG | BSIP | BSIP via AFP
Condividi
di Myriam Ponce

La Chiesa cattolica è un’istituzione profondamente incarnata nella realtà dei suoi fedeli. Di fronte alla recente emergenza sanitaria che vive il mondo, vescovi, sacerdoti e religiosi/e condividono la vita della gente, soffrendo con lei e consolandola nei modi in cui le è permesso. Nonostante le difficoltà, la Chiesa ha deciso di mantenersi più viva che mai.

Come fedeli, è molto emozionante vedere come la Chiesa abbia compiuto vari sforzi per rimanere vicina ai suoi fedeli. Lo stesso Papa Francesco è stato tra i primi a dare l’esempio uscendo per le strade vuote di Roma per andare a vistare un’immagine di Cristo a cui viene attribuita la fine della peste nel Medioevo. Questo gesto è stato accolto come un segno di compagnia e unità nei confronti dei fedeli di tutto il mondo.

È in questo momento che la Chiesa cattolica, attraverso la sua continua azione esemplare, ci ricorda la misericordia di Dio e ci invita a portare il suo messaggio d’amore. Molti si chiedono cosa fa la Chiesa per aiutare e se è rimasta a braccia incrociate mentre migliaia di persone muoiono. Cosa fa il Papa?

Oggi condividiamo con voi cinque modi in cui la Chiesa sta aiutando in questa pandemia, e un video di Vatican News in cui oltre a vedere varie immagini dell’azione ecclesiale si esorta il pubblico a condividere la propria testimonianza.

La Chiesa ci ricorda l’importanza di aiutare sempre il nostro prossimo!

1. Chiesa domestica

La Chiesa domestica è l’origine e la base delle comunità cristiane, e quindi della Chiesa cattolica. In famiglia, tutti i membri sono corresponsabili gli uni degli altri, vivono in intima comunione fraterna e si nutrono della Parola e della preghiera, come avviene nella Chiesa globale. Lo stesso Giovanni Paolo II, nella sua enciclica Familiaris Consortio, l’ha definita “Chiesa in miniatura”.

Visto che in questo periodo dobbiamo rimanere in casa, la Chiesa domestica si è rafforzata enormemente. La nostra religione cattolica ci ha istruiti continuamente sul fatto che la Chiesa domestica non persiste solo perché una coppia è sposata in base alla legge di Dio o perché la famiglia pratica i sacramenti, ma perché segue i passi della Santa Famiglia di Nazareth, cercando di imitarla.

In questa pandemia, si insiste sul fatto che la famiglia ha la missione di evangelizzare ad intra e ad extra, dando testimonianza dell’amore di Dio, vivendo i valori cristiani ed essendo partecipe dell’evangelizzazione con carità e speranza. Per questo, siamo stati dotati di molteplici strumenti per praticare la nostra fede in casa.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni