Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 12 Aprile |
Santa Teresa de los Andes
home iconChiesa
line break icon

La lezione di Don Fabio: siate consapevoli dei vostri limiti. Vi aiuta Dio a valorizzarli

Tv2000 Youtube

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 17/04/20

Il biblista consiglia un piccolo "esercizio" da svolgere davanti ad un crocifisso o una riproduzione della Sacra Sindone. Facciamolo insieme

La vita è una serie infinita di inizi. Talvolta ripartire può diventare difficile. Addirittura si può arrivare a pensare, dopo un fallimento o una dura prova, che ricominciare sia impossibile.

Questo libro dimostra esattamente il contrario: ricominciare è possibile, sempre. Certo, non è facile. Si tratta di un’arte che va appresa con umiltà e con i piedi ben piantati per terra. A quest’arte vuole introdurci don Fabio Rosini., in L’arte di ricominciare” (San Paolo), il suo ultimo libro.

PRIEST SPEAKING

Tutte le volte che ho dovuto dire “grazie” ai miei limiti

Per imparare a ricominciare dobbiamo essere consapevoli, in primo luogo, dei nostri limiti. I limiti, spiega don Fabio, non sono pericoli da cui fuggire, ma hanno tanto da insegnare. Quanto ho imparato dalle mie povertà! Quante cose importanti mi hanno insegnato i limiti del mio corpo e del mio carattere insopportabile! Quante volte ho dovuto benedire Dio per lo storto che sono! Se ho avuto amici e fratelli, è solo per i miei limiti. Altrimenti, individualista come so essere, e chi li calcolava gli altri? Chi mai si sarebbe aperto all’amore, al servizio? Chi avrebbe mai conosciuto la misericordia?

Gesù Crocifisso

I limiti che abbiamo vanno accolti – e con l’aiuto di Dio addirittura valorizzati.Rosini fa l’esempio della croce.

Mi metto davanti ad un Crocifisso, e vedo un uomo inchiodato. Chi c’è più impotente di un uomo crocifisso? Mani e piedi bloccati e orrendamente feriti. Un crocifisso è inutile. Ma quello ha cambiato la storia. Questo uomo impotente ha fatto l’atto più incisivo in tutta l’avventura umana. Non c’è uomo più conosciuto nella storia. Quelle mani inchiodate ci hanno raccolto, quei piedi maciullati hanno inaugurato la via del cielo.

E se… i nostri limiti fossero lo stesso? E se i “no” che la vita ci sta infliggendo fossero qualcosa da cui smettere di scappare?

L’esercizio di Don Fabio

Come Gesù sulla croce, anche noi, osserva don Fabio, dobbiamo accogliere – ancora una volta – quello che siamo, quegli amari “no” che la vita ci ha detto, è fare pace con se stessi. Non lo sappiamo fare.

Per questo, se uno ci vuol provare, il biblista consiglia un piccolo “esercizio” da fare questa cosa davanti ad un Crocifisso. O ad una riproduzione della Sacra Sindone. E prima invocare lo Spirito Santo, perché quanto si va a fare non è possibile sulle proprie forze, va ricordato mille volte. E quindi, ad occhi chiusi, aprire la memoria a tutto quello che ci ha limitato, quello che nel passato e nel presente ci ha detto e ci sta dicendo di “no”. Tutti i limiti che ci vengono in mente. Le impotenze, i limiti fisici, interiori, storici, materiali, affettivi.

E poi aprire gli occhi. E guardare tutti quei limiti in Gesù. E seguirne i lineamenti. E dirgli: amen. Questo sono io, queste sono le mie fragilità. Amen.


Don Fabio Rosini, Dieci Parole

Leggi anche:
Il messaggio di Don Fabio Rosini: vi spiego come spazzare le tenebre e accendere la luce dello Spirito Santo


PRIEST SPEAKING

Leggi anche:
Don Fabio Rosini e il “dire di sì”: il primo passo verso Dio


the passion

Leggi anche:
Don Fabio Rosini: “Ti tratti come una cosa da 4 soldi ma vali il sangue di Cristo!” (VIDEO)

Tags:
diodon fabio rosini
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
Le assurde messe in prigione del cardinale Simoni: pensavano foss...
2
CHIARA AMIRANTE
Gelsomino Del Guercio
Chiara Amirante inedita: la cardiopatia, l’omicidio scampat...
3
Archbishop Georg Gänswein
i.Media per Aleteia
Mons. Gänswein: si pensava che Benedetto XVI sarebbe vissuto solo...
4
girl stop in the street
Claudio De Castro
“Vieni a trovarmi”, insisteva Gesù dal tabernacolo
5
Divina Misericórdia
Gelsomino Del Guercio
Il Papa celebra domenica la Divina Misericordia. Ma perchè questa...
6
Gelsomino Del Guercio
Le stigmate di Domenica Galeano, la veggente di Briatico, sono ve...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni